Pubblicità
Ico tempolettura 4d4ceff10709fc567a3b0d04cf7fe5fe311c0b603cdcdde16d5fa93daf9467a7 Tempo di lettura: 7 minuti
Vitamine: che cosa sono e a che cosa servono

Vitamine, che cosa sono e a cosa servono

Le vitamine sono sostanze indispensabili al nostro organismo, ma che non siamo in grado di produrre. In quali alimenti si trovano e a che cosa servono.

Quanto hai trovato interessante questo contenuto?
 

    Che cosa sono

    Le vitamine sono molecole indispensabili alla crescita, al benessere fisico e all'efficienza dell'organismo. Si suddividono in vitamine idrosolubili, cioè che si sciolgono in acqua (vitamine B e C) e vitamine liposolubili, che si sciolgono nei grassi (vitamine A, D, E e K).

    Fonti alimentari delle vitamine

    Di seguito le principali fonti alimentari di alcune vitamine.

    Vitamina
    Fonti alimentari
    Vitamina A Verdure a foglia verde (insieme a C e K), latte e latticini
    Vitamine del gruppo BCereali e legumi, carni e fegato
    Vitamina DOlio di fegato di merluzzo, uova e pesce
    Vitamina CPomodori e agrumi
    Vitamina EOli e grassi alimentari

    Assorbimento

    Farmaci (lassativi, contraccettivi orali, antibiotici), caffè, fumo e alcol possono ridurre l'assorbimento o l'utilizzo delle vitamine da parte dell’organismo. La ridotta disponibilità può essere dovuta anche a un disturbo di malassorbimento a livello intestinale.

    La vitamina A può anche essere assunta sotto forma di beta-carotene che viene poi trasformato dal fegato nella vitamina vera e propria.

    Pubblicità

    Effetti

    Le vitamine rafforzano le strutture nervose, contrastano le infezioni e i danni da radicali liberi. Inoltre agiscono come fattori di crescita, garantendo il corretto sviluppo delle ossa e riducendo il rischio di osteoporosi, sono importanti per la produzione dei globuli rossi e dei pigmenti visivi e regolano la coagulazione.

    Le vitamine del gruppo B permettono l'utilizzo di zuccheri, grassi e proteine per ricavarne energia.

    Carenza

    Eventuali carenze, dette ipovitaminosi, portano allo sviluppo di malattie nutrizionali come scorbuto, beri-beri, pellagra e rachitismo. I sintomi includono perdita di appetito, dolori articolari, secchezza della pelle, difficoltà visive e debolezza generalizzata.

    Integrazione

    Una dieta variata può coprire l'intero fabbisogno di vitamine. Tuttavia, per aumentarne la disponibilità in presenza di alcune malattie, di una dieta che esclude alcuni alimenti, o di condizioni di aumentato fabbisogno, come la crescita, la gravidanza, l’attività sportiva intensa, è possibile ricorrere agli integratori alimentari.

    Precauzioni

    Le vitamine liposolubili in eccesso si accumulano nel fegato e nei tessuti e possono causare problemi al sistema nervoso, ai reni, alla vista e, più in generale, stanchezza, irritazioni cutanee, disturbi gastrointestinali e ipoglicemia.

    Un sovradosaggio di vitamina C può causare gotta, problemi renali o distruggere la vitamina B12. Un eccesso di vitamina B6 danneggia il fegato e il sistema nervoso, mentre sovradosaggi di B2 possono dare disturbi visivi. Infine, quantità eccessive di vitamina B3 ostacolano l'uso degli acidi grassi da parte del cuore durante gli sforzi.

    Potrebbero interessarti anche questi articoli:

    Carboidrati: alimenti, cosa sono e a cosa servono


    Quanto hai trovato interessante questo contenuto?
     

    Articolo scritto da:
    VIDEO

    Come posso fare per aumentare le difese immunitarie?

    Sistema immunitario alimentazione

    Per rinforzare il sistema immunitario la dieta deve essere ricca di vitamine e minerali. E, quando serve, ricorrere a integratori ad hoc.

    LEGGI TUTTO
    CONSULTA L’ARCHIVIO DI VITAMINE E INTEGRATORI
    Torna su