Pubblicità
Ico tempolettura 4d4ceff10709fc567a3b0d04cf7fe5fe311c0b603cdcdde16d5fa93daf9467a7 Tempo di lettura: 6 minuti
Vitamine gambe sangue circolazione

Vitamine per avere gambe in forma

Cellulite, problemi di circolazione sanguigna e gonfiori: con una dieta adeguata è possibile contrastarle.

Quanto hai trovato interessante questo contenuto?
 

Cellulite, problemi di circolazione sanguigna e gonfiori: con una dieta adeguata è possibile contrastare parecchi problemi degli arti inferiori.

Un apporto adeguato di vitamine può contribuire a mantenere in forma e in perfetta salute le gambe. Come? Anzitutto scegliendo i cibi giusti.

Sono tantissime le donne – giovani e meno giovani – che devono fare i conti con gambe gonfie e pesanti, capillari rotti, vene varicose.

Problemi di certo non gravissimi, ma altrettanto certamente poco tollerati in quanto considerati, a ragione, parecchio antiestetici.

Anche se, in parte, all’origine di questi disturbi ci sono fattori non modificabili (familiarità, età e sesso femminile), è stato dimostrato che si può migliorare parecchio la situazione stando attente agli stili di vita e ai comportamenti alimentari.

Antiossidanti amici delle vene

Via libera ai cibi ricchi di vitamine antiossidanti, in particolare quelli che contengono bioflavonoidi, vitamina C, vitamina E e potassio. Ecco dove trovarli:



Fonti alimentari
BioflavonoidiMele, fragole, frutti di bosco, pere, arance, peperoni, ravanelli, cipolle, cioccolato
Vitamina CAgrumi (arance, limoni, pompelmi, lime, mandarini ecc.), uva, fragole, frutti di bosco, kiwi, melone, peperoni, pomodori e concentrato di pomodoro, broccoli, cavoli, cavolfiori, cavolini di Bruxelles, piselli, spinaci e patate
Vitamina E
Frutta secca (mandorle, nocciole, arachidi), oli vegetali (di oliva, di mais, di girasole, di soia, di germe di grano), cereali
Potassio
Verdura a foglia verde, pomodori, cetrioli, zucchine, melanzane, zucca, patate (soprattutto nella loro buccia), carote, legumi, frutta secca a guscio, frutta secca (come albicocche e prugne), frutta fresca (agrumi, melone, banane, kiwi, prugne e albicocche), carne e pollame, latticini, pesci (come il salmone, merluzzo, platessa e sardine)


I bioflavonoidi agiscono in sinergia con la vitamina C migliorando il tono venoso e aumentando la resistenza parietale dei vasi capillari.

L’apporto di quest’ultima, assieme alla vitamina E, è fondamentale perché preserva il microcircolo dai danni provocati dai radicali. In più protegge la struttura chimica delle fibre di collagene, preservandone la flessibilità e l’elasticità.

Determinante infine l’apporto di potassio, minerale che aiuta a contrastare il ristagno dei liquidi nell’organismo.

Se non si riesce a portare in tavola tanta frutta e verdura, per motivi di lavoro o altro, si può sempre ricorrere a un integratore multivitaminico.

Stili di vita e rimedi naturali

Pubblicità

Oltre agli aspetti alimentari, è importante muoversi di più per favorire il ritorno del sangue verso il cuore, evitare i tacchi troppo alti e gli indumenti troppo aderenti, nonché le fonti di calore.

Meglio anche smettere di fumare, eliminare i chili di troppo, bere parecchia acqua, evitare cibi troppo grassi o salati e fare bagni o docce fredde e idromassaggi.

Esistono anche prodotti naturali, sotto forma di compresse o creme, che favoriscono il microcircolo delle gambe.

Agiscono sia sulla parete dei vasi, ristrutturandola, sia sul sistema linfatico, facilitando il deflusso dei liquidi in eccesso che provocano la sensazione di gonfiore e pesantezza.

Stiamo parlando dei preparati a base di Centella asiatica, Ginkgo Biloba e di escina, principi attivi ben tollerati che possono essere usati nei mesi estivi e durante il resto dell'anno, in un’ottica preventiva.

Se cerchi una risposta ad un problema specifico consulta il nostro esperto

Pgatti
Patrizia Maria Gatti
Specialista in Scienza dell’Alimentazione


Quanto hai trovato interessante questo contenuto?
 

Articolo scritto da:
CONSULTA L’ARCHIVIO DI VITAMINE E INTEGRATORI
Torna su