Pubblicità

Unghie fragili? Calcio e vitamine possono aiutare

In caso di unghie opache e fragili un adeguato apporto di vitamine e calcio può aiutare a mantenerle in salute.

Ico tempolettura 4d4ceff10709fc567a3b0d04cf7fe5fe311c0b603cdcdde16d5fa93daf9467a7 Tempo di lettura: 5 minuti
Unghie fragili calcio vitamine

Si lesionano, si spezzano facilmente o crescono lentamente. Ecco alcuni consigli per migliorare inestetismi e piccoli problemi di salute correlati alla fragilità delle unghie.

L’aspetto delle unghie è lo specchio di quello che accade all’interno dell’organismo. Un’anomalia, come la loro fragilità, può indicare che la dieta non è adeguata e che bisogna integrarla con calcio e vitamine.

Un’unghia sana ha un colorito roseo ed è costituita da una superficie omogenea, levigata e consistente. È composta principalmente da cheratine dure e amminoacidi solforati (cistina), che conferiscono elasticità e resistenza alla struttura.

Attacchi esterni e carenze di elementi nutritivi alterano la normale composizione e la funzionalità delle unghie.

Da che cosa dipende

Alcune patologie, allergie e problemi ormonali possono colpire le unghie in diverso modo: alterandone il colore, la forma e la consistenza. In questo caso la diagnosi, per nulla facile, è di competenza prettamente medica.

Può risultare più semplice notare come l’aggressione da parte di detergenti, acqua calda, detersivi e solventi disidrati indebolisca le unghie, facendo perdere splendore e rendendole più sensibili alla rottura.

Più frequentemente, è la mancanza o l’insufficiente assunzione di calcio e vitamine che può renderle vulnerabili a secchezza, infestazioni micotiche e malformazioni (presenza di creste orizzontali o verticali).

Per ripristinare il benessere, è allora necessaria una dieta equilibrata con un giusto apporto di calcio, vitamina A, B, C, D, E e Biotina, sostanze fondamentali per una corretta crescita delle unghie.

Unghie più sane e più forti

Sono un motivo di vanto e bellezza soprattutto per le donne, ma è importante prendersene cura nel modo giusto, evitando loro stress mediante continue applicazioni di detergenti o smalti e consentendone la normale traspirazione.

Quando le unghie sono fragili, la prima cosa da fare è prestare attenzione a ciò che si mangia. Gli alimenti consigliati sono latte, uova, frutta (agrumi), verdura e carne; sacrificare la frittura con la quale introduciamo radicali liberi, sostanze dannose non solo per le unghie, ma per tutto l’organismo.

Un rimedio naturale, pratico ed efficace è l’impacco di olio e limone. Si può preparare la miscela aggiungendo un cucchiaio di succo di limone a due cucchiai di olio d’oliva. Le unghie dovranno essere immerse nella miscela per dieci minuti al giorno.

Può risultare utile massaggiare le mani con una crema o un olio rinforzante e proteggere le unghie dall’attacco di sostanze esterne mediante l’utilizzo di guanti o l’applicazione di uno smalto indurente.

Vitamine: un aiuto “essenziale”

Per migliorare e preservare lo stato di salute delle unghie, è importante non far loro mancare il supporto di sostanze nutritive essenziali. È fondamentale capire quali sono i cibi da cui poter attingere le vitamine.

  • La vitamina A si trova maggiormente negli alimenti di origine animale (olio di fegato di merluzzo, uovo) ma è comunque sintetizzata dall’organismo a partire dal beta carotene presente in frutta e verdura.
  • Le vitamine del gruppo B (B2, B5, B6, B9 e B12) devono essere assunte tutti i giorni, attraverso di una dieta varia e ben equilibrata.
  • La biotina è disponibile nei latticini, nel cioccolato, nel lievito di birra, nei frutti di mare, nel tuorlo d’uovo.
  • La vitamina D è contenuta nelle uova, nell’olio di pesce, nel fegato, nel latte e derivati.
  • La vitamina C è distribuita in frutta e verdura, combatte i radicali liberi e contribuisce al benessere dell’intero organismo.
  • La vitamina E è presente negli oli vegetali ed è un potente antiossidante liposolubile.

Nonostante la dieta comprenda tutti gli alimenti essenziali l’apporto vitaminico potrebbe essere comunque insufficiente se le richieste dell’organismo sono aumentate, per qualunque motivo.

Ci si può rivolgere allora al farmacista che saprà consigliare, tra i numerosi tipi di integratori multivitaminici disponibili, quelli che possono dare un aiuto mirato alla salute delle unghie.

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Vitamina d: alimenti dove si trova e a cosa serve

Antonia Savastano

Fotogallery

A cosa servono le vitamine

  • Fotolia 45581482 s

    Vitamina A

    Fondamentale per la vista, una sua eventuale carenza comporterebbe problemi agli occhi. Ma non solo: è anche un potente antiossidante ed è dotata di proprietà antinfiammatorie. Secondo una ricerca pubblicata su Neuroscience, la vitamina A sembra essere coinvolta anche nei processi cerebrali di apprendimento e memoria, dal momento che agisce su alcune cellule dell’ippocampo deputate a queste funzioni.

  • Fotolia 47832258 s

    Vitamine del gruppo B

    L’unione fa la forza: se prese tutte assieme, le vitamine del gruppo B danno una grossa mano soprattutto agli studenti. Oltre a partecipare alle reazioni a cui vanno incontro i nutrienti per essere trasformati in energia, infatti, sono coinvolte a vari livelli nei processi cognitivi, come l’apprendimento, la memoria e la capacità di concentrazione.

  • Fotolia 46625196 s

    Vitamina B9 (acido folico)

    È la vitamina delle future mamme: se è in arrivo un bebè è importante che la donna assuma un integratore a base di acido folico, per prevenire la spina bifida nel figlio. Oltre a ciò, l’acido folico lavora in stretta collaborazione con la vitamina B12 nella formazione dei globuli rossi e nella funzionalità del ferro.

  • Fotolia 46150097 s

    Vitamina C

    Nota soprattutto per le sue proprietà di rinforzo del sistema immunitario, preziosa quindi durante il periodo dei malanni invernali, la vitamina C esercita anche un’azione positiva sulla sintesi di collagene, quindi è in grado di irrobustire i vasi sanguigni, favorire la guarigione delle ferite e delle fratture ossee e mantenere sani i denti e le gengive.

  • Fotolia 52142184 s

    Vitamina D

    Essenziale per le ossa e i denti, la vitamina D interviene anche nella regolazione del metabolismo del calcio e del fosforo, regolandone l'assorbimento intestinale. È prodotta dalla pelle soltanto se esposta alla luce del sole.

  • Fotolia 52034984 s

    Vitamina E

    È un potentissimo antiossidante, quindi protegge i vari tessuti (compresa la pelle) dai danni provocati dai radicali liberi, responsabili dei processi di invecchiamento cellulare. Svolge un ruolo importante anche nel rinforzare il sistema immunitario.

  • Fotolia 47387129 s

    Vitamina H (biotina)

    Svolge un ruolo importante nel funzionamento del midollo osseo e nella salute della pelle e soprattutto dei capelli. In più contribuisce alla formazione degli acidi grassi e facilita il metabolismo degli aminoacidi e dei carboidrati.

  • Fotolia 28349527 s

    Vitamina K

    Nota anche vitamina antiemorragica, nel senso che la vitamina K è coinvolta nella coagulazione del sangue: è infatti indispensabile per la normale produzione, a livello del fegato, dei fattori della coagulazione.

  • Fotolia 47508934 s

    Vitamina P (niacina)

    Coinvolta nella regolazione del sistema nervoso (sembra svolgere un ruolo nel controllo dell’ansia) e nel metabolismo di carboidrati, grassi e proteine. La sua azione più nota è quella di prevenzione nei confronti della pellagra, una malattia legata alla sua carenza un tempo molto diffusa.


CONSULTA L’ARCHIVIO DI CURA DELLE UNGHIE
Torna su