Pubblicità
risveglio, debolezza, stanchezza, sonno, vitamine

Vitamine e minerali contro il “mal d’autunno”

Ecco che cosa serve per ritrovare l’energia e per proteggersi dai malanni invernali.
Tempo di lettura: 4 minuti
Ultimo aggiornamento: 18 Ottobre 2019

Alzarsi alla mattina è sempre faticoso agli inizi dell’autunno. Un po’ come in primavera, facciamo fatica ad abituarci al cambiamento di clima.

È normale che sia così: il nostro organismo deve riadattarsi ai nuovi ritmi, alla nuova temperatura, alle giornate che diventano sempre più corte.

Mai come in questo mese diventa essenziale fare attenzione all’alimentazione. Sì, perché uno dei modi migliori per ritrovare l’energia necessaria per studiare e lavorare, nonché rinforzare l’organismo in vista dei virus influenzali che sono in agguato, è introdurre una quantità adeguata di vitamine e sali minerali attraverso un’alimentazione varia e bilanciata, o qualora servisse, anche attraverso un integratore multivitaminico nella cui scelta è bene farsi guidare dal proprio farmacista di fiducia.

Se vuoi saperne di più sugli integratori leggi questo articolo oppure ascolta il parere del farmacista SapereSalute.

Pubblicità

Energia e benessere con le vitamine del gruppo B

Non c’è una sola vitamina B, ce ne sono diverse. Tutte insieme concorrono al buon funzionamento del cervello in tanti modi, uno dei quali è la sintesi dei neurotrasmettitori, sostanze che consentono la trasmissione degli impulsi nervosi.

Sono la vitamina B1, la B2, la B3 o vitamina PP, la B5, la B6, la B9, la B8 o vitamina H, e la B12. Nel loro insieme sono utili anche per contrastare lo stress ed evitare ansia, nervosismo e insonnia.

Lo scudo degli antiossidanti

I virus influenzali stanno per arrivare anche in Italia. Per non farsi cogliere impreparati è utile rifornire l’organismo di quei nutrienti, soprattutto antiossidanti, in grado di rinforzare le difese naturali.

Stiamo parlando delle vitamine A, E e C. Ma non solo: anche il coenzima Q10, l'acido lipoico e alcuni oligoelementi, come selenio, manganese, rame e zinco aumentano la resistenza agli attacchi dei virus.

Agiscono neutralizzando i radicali liberi, molecole che innescano reazioni dannose a carico delle cellule, inclusi i fenomeni di invecchiamento e indebolimento del sistema immunitario.

Anche lo sport aiuta

Una regolare attività sportiva, senza eccessi, migliora la circolazione sanguigna e linfatica, tonifica il cuore e ossigena l’organismo. In poche parole aiuta a difendersi dai malanni invernali.

Inoltre è stato dimostrato che l’organismo stressato è meno resistente ai virus. E dal momento che il movimento fisico riduce lo stress e le tensioni emotive, non ci sono più scuse: tuta e scarpe da ginnastica sono fondamentali in questa stagione.

Quanto hai trovato interessante questo contenuto?
 
Articolo scritto da:
CONSULTA IL DOSSIER "STANCHEZZA"
CONSULTA L’ARCHIVIO DI ALIMENTAZIONE E DIETA