Otite: cause, sintomi, rimedi

Quando si infiamma una parte dell'orecchio si parla di otite. A causarla, in genere, sono virus o batteri.

Ico tempolettura 4d4ceff10709fc567a3b0d04cf7fe5fe311c0b603cdcdde16d5fa93daf9467a7 Tempo di lettura: 3 minuti
Otite: cause sintomi rimedi

Che cos’è

Per otite si intende l’infiammazione dell’orecchio. L’otite esterna si localizza nel condotto uditivo, il canale che collega il padiglione auricolare con la porzione media dell’orecchio; l’otite media si sviluppa più in profondità, nella cavità che ospita la catena degli ossicini dell’udito e che è delimitata internamente dalla membrana del timpano. È un disturbo frequente nei bambini in età prescolare.

Cause

L’otite è causata in genere da infezioni batteriche o virali, raramente da funghi. Uno dei principali fattori di rischio è il contatto con acqua contaminata che, intrappolata nel condotto uditivo insieme con il cerume, crea condizioni favorevoli alla proliferazione dei germi.

Da qui la definizione di “otite del nuotatore”, una forma comune che colpisce chi va regolarmente in piscina.

L’otite media può anche derivare dalla diffusione di un’infezione delle prime vie respiratorie (faringite, laringite, raffreddore, sinusite) per passaggio di secrezioni infette nel condotto uditivo.

L’uso di auricolari o protesi acustiche oppure la presenza di piccole lesioni provocate da scorrette manovre di pulizia dell’orecchio – con oggetti appuntiti o bastoncini di cotone – così come allergie, psoriasi o dermatiti del cuoio capelluto, possono favorire la comparsa di otiti esterne croniche e la formazione di foruncoli dolorosi.

Sintomi comuni

Nell’otite esterna i sintomi principali sono arrossamento del padiglione auricolare, prurito, dolore persistente e intenso all’orecchio (otalgia); nell’otite media l’otalgia si può accompagnare a udito ovattato, produzione di secrezioni maleodoranti con pus e sangue, in alcuni casi febbre.

Nei neonati, l’otite può manifestarsi con pianto inconsolabile e scuotimento del capo.

La forma acuta compare improvvisamente e guarisce quasi sempre senza danneggiare l’orecchio, l’otite cronica può dare alterazioni dell’udito più o meno gravi.

Complicazioni

Sono rare e dipendono dalla diffusione dell’infezione ai tessuti circostanti. A volte l’otite può provocare la rottura del timpano con fuoriuscita di liquidi dall’orecchio.

Le cure

L’otite può guarire spontaneamente nel giro di pochi giorni. È utile dormire con la testa sollevata per ridurre il gonfiore e appoggiare un panno caldo sull’orecchio.

Su consiglio del medico è possibile utilizzare gocce analgesiche o antinfiammatorie da instillare localmente, a patto che il timpano non sia perforato, o farmaci per uso sistemico per alleviare il dolore.

Spetta sempre al medico la decisione se intraprendere una terapia antibiotica.

L'otite si può prevenire anche in modo naturale. Leggi Otite media: rimedi naturali.

Quando consultare il medico

Se i sintomi non si risolvono nel giro di qualche giorno o in caso di febbre alta è opportuno consultare il medico.

VIDEO

Mio figlio soffre spesso di otite, cosa posso fare?

Otite bambini e cause

Per prevenire l'otite nei bambini è bene evitare il ristagno di muco con lavaggi nasali, e aiutare il sistema immunitario con la propoli.

LEGGI TUTTO
CONSULTA L’ARCHIVIO DI PATOLOGIE A/Z
Torna su