Ansia: cause, sintomi, rimedi

Un po' di ansia c'è l'hanno tutti, di fronte a certe situazioni. Il problema è quando va fuori controllo.

Ico tempolettura 4d4ceff10709fc567a3b0d04cf7fe5fe311c0b603cdcdde16d5fa93daf9467a7 Tempo di lettura: 4 minuti
ansia terapie

Che cos’è

I disturbi d'ansia sono una degenerazione patologica di uno stato psicofisico normale, comparabile alla paura, che insorge come risposta a stimoli ed eventi stressanti.

In altre parole: un livello moderato di ansia di fronte a situazioni che potrebbero rappresentare un pericolo è del tutto normale.

Si parla invece di ansia quando questa reazione si manifesta in modo continuato, anche in assenza di stimoli, e in una misura sproporzionata alle circostanze.

I disturbi d'ansia possono assumere svariate forme.

Le fobie semplici, le più comuni, sono costituite da una costante, irrazionale manifestazione di paura rispetto a oggetti o situazioni particolari (ragni, i luoghi chiusi e angusti). L'ansia si può presentare anche solo al pensiero di entrarvi in contatto.

Nelle fobie sociali l'ansia è suscitata dal timore di trovarsi in situazioni pubbliche o in cui si potrebbe essere esposti al giudizio delle persone.

Il disturbo d& 39;ansia generalizzato (GAD) è caratterizzato da un costante, immotivato senso di preoccupazione nei confronti di qualsiasi evento.

Il disturbo ossessivo compulsivo è caratterizzato da idee fisse che continuano a ripresentarsi alla mente della persona, che a volte cerca di esorcizzarle attraverso “rituali”, come la ripetizione di determinati gesti, che prendono il nome di compulsioni.

Gli attacchi di panico (DAP) sono caratterizzati dall'improvviso verificarsi di un senso di terrore senza alcun motivo apparente, accompagnato da intesi sintomi psicosomatici.

Cause

Nell'ansia patologica si ritiene che esista una componente genetica che rende alcune persone maggiormente a rischio. In questi casi, probabilmente, i normali sistemi che servono all'organismo come “campanelli d'allarme” hanno una soglia di attivazione troppo bassa.

Sintomi comuni

I sintomi possono variare a seconda del tipo di disturbo, ma in genere in tutte le diverse forme si può osservare tachicardia, sudorazione, difficoltà di respirazione e vertigini.

Comuni sono anche insonnia, cefalea, difficoltà di concentrazione.

Negli attacchi di panico la sintomatologia fisica, spesso accompagnata da un senso di morte imminente, può assumere un'intensità tale da poter essere scambiata per infarto.

Complicazioni La più frequente complicazione riguarda la qualità della vita, dato che il disturbo può comportare problemi di relazione con le altre persone.

Non di rado la malattia porta a una riduzione dei rapporti sociali e l'isolamento può a sua volta condurre a sviluppare una depressione.

A volte esiste il rischio che la persona patologicamente ansiosa cerchi di alleviare il proprio stato di sofferenza ricorrendo a sostanze d'abuso, e in particolare all'alcol.

Le cure

La terapia farmacologica varia a seconda del tipo di disturbo. In genere si ricorre alla prescrizione di farmaci antidepressivi serotoninergici (SSRI) e/o ansiolitici.

Questi ultimi peraltro non sono utili in tutte le forme. La scelta della molecola e i dosaggi sono di stretta competenza dello psichiatra.

Per alcune forme di disturbo d'ansia si è rivelata efficace la terapia psicologica cognitivo-comportamentale.

Esistono anche gruppi di autoaiuto, soprattutto per chi soffre di attacchi di panico.

Quando consultare il medico

Ogni qual volta lo stato d'ansia interferisce con lo svolgimento delle attività quotidiane per un periodo protratto di tempo.

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Passiflora Incarnata

VIDEO

A quali rimedi naturali posso fare ricorso per allentare l’ansia?

Ansia e rimedi naturali

Esistono diversi rimedi naturali per combattere l'ansia. Ecco le piante utili secondo il consiglio del farmacista.

LEGGI TUTTO
CONSULTA L’ARCHIVIO DI PATOLOGIE A/Z
Torna su