Pubblicità
Ico tempolettura 4d4ceff10709fc567a3b0d04cf7fe5fe311c0b603cdcdde16d5fa93daf9467a7 Tempo di lettura: 9 minuti

Integratori per anziani debilitati: quali scegliere

Gli integratori per anziani sono un valido aiuto per sentirsi più attivi

Quanto hai trovato interessante questo contenuto?
 

Articolo sponsorizzato


Quando assumere integratori per anziani debilitati

I nutrienti fondamentali negli integratori per anziani debilitati



Con la terza età, si sa, aumentano i rischi legati alla salute, ma è anche più difficile mantenersi in forma. In questo periodo della vita, infatti, l’individuo va incontro a inevitabili cali di energia e spesso questo influenza negativamente la normale routine quotidiana.

Per contrastare il naturale invecchiamento dell’organismo, gli integratori per anziani sono un valido aiuto per sentirsi più attivi, combattere lo stress e migliorare anche le proprie capacità cognitive.

Senza considerare che per tutti, anche per i più giovani, la carenza di vitamine e sali minerali è uno dei principali motivi che portano all’indebolimento del corpo e rendono inefficace le nostre innate barriere (con conseguente sviluppo di malattie).

Gli integratori per anziani in commercio sono validi alleati per:

1. Combattere la debolezza cronica.

2. Rafforzare le difese immunitarie.

3. Prevenire l’insorgenza di vari disturbi.

4. Contrastare la perdita di tono muscolare.



Quando assumere integratori per anziani debilitati


Per chi è un po’ in là con gli anni è importantissimo acquisire tutti i nutrienti necessari al fabbisogno giornaliero. Tuttavia in alcuni casi uno stile di vita sbagliato può davvero compromettere la salute (e la risposta immunitaria) della persona anziana.


Gli integratori vanno assunti in caso di:

Cattiva alimentazione

Mancanza di attività fisica


Per esempio, avrai sicuramente sentito parlare delle fibre e dei probiotici: le fibre (o prebiotici) sono carboidrati non digeribili presenti soprattutto in crusca, legumi e verdura; mentre i probiotici sono batteri benefici che vivono nel nostro intestino (ma sono presenti anche nello yogurt e negli alimenti fermentati).

Entrambi, fibre e probiotici, sono fondamentali per la nostra digestione e per la nostra salute.

Una dieta sbilanciata potrebbe non far arrivare al tuo organismo la giusta quantità di fibre o probiotici, con conseguenti disturbi intestinali, malattie metaboliche e neoplastiche, e aumento di sovrappeso e obesità.

Una cattiva nutrizione (magari perché si abusa di carne rossa, latte e derivati) può anche produrre problemi alla circolazione e di conseguenza al cervello e al cuore (colesterolo alto, ipertensione, ictus, etc).

È quindi buona regola ridurre i grassi animali, a favore del pesce (soprattutto pesce azzurro, ricco di aminoacidi, sostanziali per la sintesi delle proteine, e di omega-3, acidi grassi essenziali) e a favore di grassi vegetali come l’olio extravergine di oliva.

Per quanto riguarda il movimento, invece, è scientificamente dimostrato che, per esempio, è possibile mantenere sotto controllo (cioè tenere bassa) la glicemia con trenta minuti di attività fisica ogni due giorni. Addirittura in casi di diagnosi di diabete è possibile ottenere incredibili benefici: ridurre i farmaci e persino guarire.

Tuttavia non tutti, soprattutto in età avanzata, possono svolgere attività fisica. Per chi non segue una corretta alimentazione bilanciata, oppure non può svolgere attività fisica, per fortuna possiamo intervenire attraverso la somministrazione di integratori specifici per la terza età.

Ricorda: gli integratori devono essere assunti con sicurezza, leggendo prima il foglietto illustrativo e soprattutto con l’approvazione del tuo medico curante.



I nutrienti fondamentali negli integratori per anziani debilitati


Nella scelta di un giusto e completo integratore, chi è in età avanzata dovrebbe tener conto di quelle che sono le vitamine e i sali minerali più importanti e di cui potrebbe avere più necessità. 


Per esempio:


1. Vitamina A, contrasta i disturbi visivi e protegge la pelle.

2. Vitamine del gruppo B (specialmente b6 e b12) e acido folico, fondamentali per il fegato, il sistema nervoso, e per il metabolismo di carboidrati, grassi e proteine. 

3. Vitamina C, che contribuisce alla normale formazione del collagene per la normale funzione dei vasi sanguigni.

4. Calcio, fondamentale (insieme alla vitamina D) per le ossa, i denti, i muscoli e la trasmissione degli impulsi nervosi.

5. Ferro, la cui funzione principale è la produzione di emoglobina e di mioglobina.

6. Fosforo, che accelera il processo di calcificazione delle fratture ossee, è alla base della produzione energia, ed è fondamentale nella comunicazione tra cellule.

7. Magnesio, utile per il metabolismo del glucosio e dei grassi, per la regolamentazione della produzione di colesterolo, e per la produzione di energia (ma non solo).

8. Potassio, aiuta, per esempio, a mantenere la pressione nella norma, riduce il rischio di calcoli renali, e partecipa alle contrazioni muscolari.

9. Selenio, la cui insufficienza può comportare la tendenza al sovrappeso e all’ipotiroidismo (il selenio infatti aiuta ad assimilare lo iodio).

10. Zinco: combatte gli effetti negativi dei radicali liberi, stimola il sistema immunitario, facilita la rimarginazione di ferite e ulcere.


Un adatto a over 50 e over 65 molto valido e completo è sicuramente , una vera e propria ricarica di energia e vitalità che saprà farti ritrovare la voglia di fare (da Bayer). In più la sua formulazione studiata ti sarà utile anche durante i cambi di stagione e nei periodi di grande stress.). In più la sua formulazione studiata ti sarà utile anche durante i cambi di stagione e nei periodi di grande stress.

Leggere le avvertenze.


Quanto hai trovato interessante questo contenuto?
 

Articolo scritto da:
CONSULTA L’ARCHIVIO DI VITAMINE E INTEGRATORI
Torna su