Pubblicità

Che cosa mettere in tavola per preparare la pelle al sole

Creme solari con schermi adatti, ma anche acqua, melanina e antiossidanti per proteggere la pelle durante la stagione calda.

Ico tempolettura 4d4ceff10709fc567a3b0d04cf7fe5fe311c0b603cdcdde16d5fa93daf9467a7 Tempo di lettura: 4 minuti
Pelle sole dieta fragole kiwi

Con l'arrivo della bella stagione aumentano i rischi per la cute. Correre ai ripari prima di incappare in ustioni e altri fastidiosi problemi è indispensabile per godere in pienezza dei benefici della nostra stella più importante.

Il sole è un amico: ci fornisce luce per vedere, è un alleato delle ossa e, permettendo alle piante di operare la fotosintesi, è una fonte indiretta di cibo per l'uomo. Ma i raggi ultravioletti (UV) che manda sulla Terra possono anche essere dannosi per la salute della pelle.

Per questo è sicuramente importante proteggerci a ogni esposizione con filtri solari che schermino gli UV. Tuttavia, preziosi alleati estivi della cute si trovano anche nel piatto. Seguire pochi accorgimenti alimentari permette sia di non danneggiare la pelle, sia di ottenere un'abbronzatura uniforme.

Acqua, melanina e antiossidanti per proteggere la pelle

Con l'alimentazione è possibile stimolare la produzione di melanina, il pigmento che la pelle produce per proteggersi dalle radiazioni solari, utile anche per contrastare la formazione di macchie ed eritemi.

Inoltre, nei cibi sono presenti anche altri “coloranti naturali”, come le xantofille di uva e melone e altri pigmenti presenti in mais, avena e tuorlo d'uovo, che proteggono la pelle dalle radiazioni.

Altri cibi sono importanti fonti di antiossidanti, che contrastano la formazione dei radicali liberi prodotti dagli UV, responsabili dell'invecchiamento cutaneo e della formazione di rughe.

Infine, gli alimenti ricchi di acqua, sali minerali e vitamine rimediano alla perdita di liquidi dovuta all'intensa sudorazione.

Pubblicità

Non sarà difficile in estate scegliere di arricchire la propria dieta di cibi di questo tipo che, essendo più leggeri e più facili da digerire, saranno anche più appetibili durante questo periodo.

Vitamine amiche della pelle

Il potere antiossidante dei cibi è spesso associato al contenuto in vitamine. Una delle più importanti è la A, che tonifica la pelle e stimola la sintesi di melanina. Negli alimenti si trova per lo più sotto forma di beta-carotene.

Le carote ne sono particolarmente ricche (1,2 mg ogni 100 g), ma se ne trovano buone quantità anche in pesche, albicocche, anguria, melone, ciliegie, spinaci, broccoli, sedano, peperoni, pomodoro, rucola, cicoria, lattuga, radicchio e zucca. Altre fonti di vitamina A sono latte, yogurt, formaggi, calamari, tonno fresco e uova.

Fragole, kiwi, peperoncino e ortaggi a foglia verde forniscono molta vitamina C, che aumenta le difese naturali della pelle, protegge i capillari e regola la produzione di melanina.

Mentre olio d’oliva, banane, basilico, menta, pomodori, soia, tuorlo d’uovo e germe di grano contengono vitamina E, che idrata e mantiene elastica la pelle.

Infine, la vitamina F contenuta nell'olio di semi di lino, girasole, sesamo, borragine ed enotera rende la pelle morbida ed elastica, prevenendo la desquamazione.

Altre fonti di antiossidanti sono pesce azzurro e salmone (che contengono omega-3) e il lievito (fonte di coenzima Q-10).

Quando l'alimentazione non basta

Purtroppo l'alimentazione non è sempre sufficiente a garantire il corretto apporto di tutti i nutrienti necessari per la salute della pelle. È questo, per esempio, il caso della vitamina D. Perciò durante l'estate può essere utile anche assumere integratori alimentari che garantiscano il corretto apporto di vitamine.

Spesso questi rimedi contengono anche minerali utili alla pelle: il ferro, che ossigena i tessuti, il magnesio, che protegge il collagene e ne aiuta la sintesi, e lo zinco, che rende la pelle compatta, la protegge dagli agenti esterni e ne previene la desquamazione dopo l'abbronzatura.

Silvia Soligon

CHIEDI ALL'ESPERTO

Hai bisogno di un consiglio? Un team di esperti è a tua disposizione per consulti online gratuiti e anonimi. Chiedi ai nostri esperti per avere risposte sulla tua salute. Le domande saranno pubblicate in forma anonima. Per inviare le tue domande registrati o effettua il login qui .

Garonzi Francesco Garonzi
Dermatologo

CONSULTA IL TEAM DI ESPERTI

VIDEO

Bambini al mare? Proteggili così

Bambini al mare

Scopri che cosa fare e cosa evitare per portare in vacanza i bambini senza correre rischi.

LEGGI TUTTO
Fotogallery

L’afa ti abbatte? 5 consigli utili per affrontare l’estate

  • Caldo e afa

    Bere tanta acqua

    Il caldo ti butta giù? La prima cosa da fare è evitare la disidratazione, un fenomeno molto comune in estate. Sudiamo e quindi perdiamo molti liquidi. Per compensare basta bere spesso, anche due litri al giorno se necessario. E quando si esce di casa nelle ore calde, in cità al mare o in montagna, è sempre bene portarsi una bottiglietta d’acqua.

  • Caldo e afa 2

    Vestiti traspiranti

    Il corpo ha bisogno di raffreddarsi, per questo sudiamo. Ma il sudore che si deposita sulla pelle ha bisogno di evaporare ed è essenziale favorire questo fenomeno. Come? Basta indossare vestiti leggeri e in fibre naturali, come il lino e il cotone. Da evitare i tessuti sintetici che non lasciano traspirare la pelle.

  • Caldo e afa 5

    Frutta, verdura e pasti leggeri

    Per non appesantire lo stomaco e aumentare quel senso di spossatezza che spesso insorge in estate è consigliabile consumare pasti leggeri, poco elaborati e soprattutto con pochissimi grassi. Gli alimenti migliori da mettere nel piatto, che si mangi a casa o fuori casa, sono le verdure di stagione e la frutta che, oltre a reintegrare i liquidi, aumentano l’apporto di vitamine e sali minerali.

  • Caldo e afa 3

    Vitamine indispensabili

    Per combattere la stanchezza dovuta al troppo caldo occorre garantire all’organismo un adeguato apporto di alcune vitamine. Per esempio la vitamina B1, la vitamina B6 e la vitamina B12, l’acido folico e la vitamina C. Queste vitamine modulano e ripristinano il metabolismo energetico, con un effetto anti-stanchezza.

  • Caldo e afa 4

    Reintegrare i sali minerali

    Sono soprattutto potassio e magnesio i sali minerali più a rischio di carenze durante l’estate perché si perdono con il sudore. Entrambi svolgono ruoli essenziali per l’organismo e quando vanno “in riserva” ci si sente stanchi, spossati e svogliati. Esistono in farmacia integratori appositamente studiati per affrontare la calura estiva a base di magnesio, potassio e vitamine. Per saperne di più chiedi al tuo farmacista di fiducia.


CONSULTA L’ARCHIVIO DI CURA DELLA PELLE
Torna su