Pubblicità
Ico tempolettura 4d4ceff10709fc567a3b0d04cf7fe5fe311c0b603cdcdde16d5fa93daf9467a7 Tempo di lettura: 13 minuti

Integratori per supportare il sistema nervoso e migliorare le performance mentali: quando prenderli

Lo stress influisce anche sul tuo metabolismo

Quanto hai trovato interessante questo contenuto?
 

Articolo sponsorizzato


Cosa fa nello specifico il sistema nervoso?

Quali sono le cause che ci portano a pensare di doverci prendere cura dei nostri nervi?

Gli integratori per rinforzare i nervi aiutano? Quando vanno presi?

Quali sono i rimedi consigliati da noi?


Hai uno stile di vita molto frenetico? Sei spesso nervosa o nervoso? Lo stress influisce anche sul tuo metabolismo, causando spesso dei forti disturbi dell’alimentazione? Tutto questo può sicuramente influire sui tuoi nervi, creandoti non pochi problemi durante la giornata. 


Ma come funziona il sistema nervoso? 

Il sistema nervoso è formato dal cervello, dal midollo spinale, dagli organi di senso e da tutti i nervi che mettono in comunicazione questi organi con il resto del corpo. A sua volta si suddivide in: 

  • Sistema nervoso centrale
  • Sistema nervoso periferico

Ognuno di questi poi è suddiviso in altre specifiche zone, che sono collegate tra loro anche grazie all’immenso lavoro dei neuroni, la cui funzione è proprio quella di facilitare lo scambio di informazioni. 

Da questa parte del nostro corpo partono i “segnali” che raggiungono le diverse parti del corpo, coordinano le azioni, le funzioni volontarie e involontarie, fisiche e psicologiche. 



Cosa fa nello specifico il sistema nervoso?

Dal sistema nervoso partono tutti i comandi che regolano il nostro corpo. Cervello e midollo spinale integrano le informazioni che provengono dagli altri organi, e dall’ambiente esterno. Una volta che le informazioni sono giunte al cervello si creano le relative reazioni fisiologiche. 

Ogni parte del nostro corpo ha una sua specifica funzione ben delineata, ci sono equilibri molto delicati che sono regolati proprio dal sistema nervoso. Ecco perché è molto importante prendersi cura dei propri nervi. 



Quali sono le cause che ci portano a pensare di doverci prendere cura dei nostri nervi?

Il nostro organismo funziona in modo molto meccanico, il che vuol dire che se una parte si “rompe” anche il resto dei nostri “ingranaggi” inizia a non funzionare. Ma come ci rendiamo conto che qualcosa non va?  Solitamente il sistema immunitario inizia a dare i primi segnali di cedimento, causandoci dei problemi e/o disagi.

Se per esempio all’improvviso ci adiriamo senza un reale motivo apparente o se avvertiamo che il nostro equilibrio energetico non è come al solito, vuol dire che i nostri nervi probabilmente sono molto sotto stress. 

Ma in realtà determinati disturbi anche fisici, oltre che legati all’età, possono causare una crisi di nervi oltre che un graduale abbassamento delle proprie performance mentali, oltre che minacciare il sistema cellulare, come:

Soffrire di diabete e quindi non potersi permettere dolci e zuccheri vari, come per esempio viene spesso consigliati agli anziani;

Soffrire di obesità o sovrappeso e sentirsi molto stressati perché ci si vede grassi e poco attraenti. Il peso influisce molto sullo stato d’animo di una persona, in quanto causano problemi articolari;

Malfunzionamento del fegato che può causare uno stato di malessere psicofisico;

Soffrire di osteoporosi e quindi avvertire sempre un senso di debolezza alle ossa e stanchezza perenne, che quindi porta a stati di forte nervosismo per via anche dell’artrite, che compare con gli anni. Il dolore al ginocchio è uno dei sintomi più frequenti, così come quello alle gambe;

Disturbi allo stomaco, causati per esempio da una cattiva digestione che determinano talvolta anche gonfiore addominale; 

A causa di una carenza di vitamine e un deficit di sali minerali che provoca debolezza;

Dolore cronico in un punto del corpo, come la testa o la schiena o le ossa - le articolazioni in generale comunque -, che causa sicuramente molto nervosismo, se prolungato;

Per le donne il periodo della menopausa, che causa un grande scompenso ormonale e quindi forte instabilità per dei momenti; 

L’allergia causata dall’arrivo della primavera, che rende intollerante molte persone alla bella stagione;

Infiammazioni ai muscoli che causano dolore; 

Da una carenza di calcio nel corpo che causa irritazione, come può capitare agli sportivi per esempio;

Dallo stress causato da un’infiammazione a causa di troppa attività fisica, o per colpa di un movimento sbagliato;

Da un forte raffreddore o da un’influenza, che è solitamente causato anche da un abbassamento delle difese immunitarie;

Da una fastidiosa sensazione di intorpidimento degli organi, causata per esempio da una cattiva circolazione; 

Anemia causata dal ferro basso o da una cattiva alimentazione;

Malattie di altro genere che vanno a creare forti squilibri nel nostro organismo.

Il benessere di mente e corpo dipende da molteplici fattori, a partire dagli alimenti alla base della nostra nutrizione ad esempio. Anche l’esercizio fisico è fondamentale per scaricare le tensioni e mantenere salda la nostra salute ed energia mentale. 

La prevenzione in questo senso è molto importante, come anche una cura a base di antiossidanti che liberano il corpo da tossine negative per l’organismo. 

Il fabbisogno giornaliero di vitamine b12, vitamine b6, vitamina B1, proteine, magnesio, carboidrati e anche grassi, deve essere perfettamente equiparato. La forza vitaminica, ma anche i cibi meno nutrienti, fanno parte dell’equilibrio che devono avere i valori nutrizionali nel nostro corpo per sentirci bene.

Contrariamente a quello che si crede, il nostro corpo ha bisogno di tutto. La dieta alimentare deve essere completa. 

Se iniziamo a renderci conto che, per esempio, la nostra funzione intestinale è compromessa da uno stato di malessere o cattivo funzionamento, vuol dire che qualcosa non va o che abbiamo abusato dei cibi “poco sani” che ci hanno causato fastidiosi effetti collaterali. 

Molto spesso lo sottovalutiamo ma il “lavoro” del cuore ha un ruolo importante nel corretto funzionamento del nostro corpo. Il muscolo del cuore deve pompare adeguatamente il sangue a tutti gli organi dell’organismo per farci sentire bene. A volte è anche consigliata una terapia specifica, magari per somministrazione alimentare oltre che orale. 

Se il cuore “funziona” bene, anche tutto il resto del nostro corpo lo farà, donandoci uno stato di benessere mentale. Dobbiamo preservare il nostro corpo in ogni sua parte e lasciare che anche le cellule si rigenerino in modo corretto. 



Gli integratori per rinforzare i nervi aiutano? Quando vanno presi?

Hai mai sentito l’espressione: “nutri il tuo cervello con il giusto cibo per la mente”? Non si riferisce solo all’aspetto intellettuale del concetto, ma anche propriamente a quello alimentare. 

Molto spesso è proprio il medico curante a consigliare il supporto di un nutrizionista per sentirsi meglio. 

La nutrizione non è qualcosa legata solo all’aspetto del dimagrimento ma anche del corretto apporto salutare che bisogna dare alla propria mente per “lavorare” bene.  

A volte può essere utile sostenersi e assumere degli integratori per rinforzare i nervi e migliorare le performance mentali. Cibi ricchi di omega 3 anche rappresentano una valida soluzione da introdurre nella propria alimentazione per migliorare le prestazioni mentali. 

Ci sono alcuni alimenti che sono molto consigliati per assumere quotidianamente una relativa quantità di acido folico o anche nota come vitamina b9, molto importante per esempio durante la gravidanza e successivamente l’eventuale allattamento. Prevenire, soprattutto in stato di gravidanza, è sempre meglio che curare.

Lo stress è qualcosa di visibile anche nei capelli, che ad esempio diventano più opachi nel colore e meno lucenti, così come anche il tessuto muscolare del nostro corpo che può essere compromessa nel tempo. 

Un altro sintomo di sistema nervoso poco efficiente è una cattiva circolazione che non aiuta quindi a far confluire bene il sangue al cervello e agli altri organi. Si potrebbero avvertire anche dei formicolii fastidiosi, che derivano da un cattivo funzionamento del corpo. I tessuti anche possono risentire di una forma eccessiva di stress. 

Quando sintomi come questi fanno la loro comparsa vuol dire che il nostro organismo ha bisogno di un aiuto.



Quali sono i rimedi consigliati da noi?

Mangiare bene - la migliore terapia - e assumere degli integratori può dare maggiori benefici al nostro organismo. La guarigione da una patologia fisica, per esempio, dipende anche dal corretto funzionamento del sistema nervoso. 

In clinica e negli ospedali raccomandano sempre di tenere alto l’umore dei pazienti per aiutarli a sentirsi bene. 

Anche i bambini, data la vita impegnativa che svolgono possono aver bisogno del sostegno di specifici integratori a loro dedicati, magari più ricchi di fibre e calcio, per affrontare meglio i loro impegni e rinforzare le loro performance mentali. 

Se li vediamo distratti, svogliati e i loro voti a scuola sono traballanti, sicuramente un aiuto come quello degli integratori può fare bene, sempre ovviamente accompagnato da una buona alimentazione e da un buon ritmo di 8 ore di sonno a notte. 

Le dosi dei trattamenti integrativi devono essere sempre consigliate dal pediatra che segue la crescita del bambino. 

Tra gli integratori per adulti consigliati per supportare le capacità mentali c’è  di Bayer, da prendere soprattutto nei periodi in cui si manifestano segni evidenti di stress, calo dell’attenzione e forte stanchezza. 


Una confezione da 10 compresse - che puoi trovare in farmacia e in tutti gli altri canali di vendita, anche online - può aiutare a ricaricare la propria mente. È un prodotto pensato per la popolazione adulta, per un’assunzione di una compressa effervescente al giorno. 

È un integratore alimentare, leggere le avvertenze.




Quanto hai trovato interessante questo contenuto?
 

Articolo scritto da:
CONSULTA L’ARCHIVIO DI STRESS E RILASSAMENTO
Torna su