Pubblicità

Vitamine per bambini e ragazzi

Mangiare tanto non significa sempre introdurre adeguate quantità di nutrienti essenziali, come vitamine e minerali, che vanno perciò integrati.

Ico tempolettura 4d4ceff10709fc567a3b0d04cf7fe5fe311c0b603cdcdde16d5fa93daf9467a7 Tempo di lettura: 4 minuti
Vitamine bambini ragazzi antiossidanti studio

I bambini occidentali sono sempre più iper-nutriti? Non proprio. Non è sempre detto, infatti, che mangiare tanto significhi anche introdurre adeguate quantità di nutrienti essenziali.

È vero, il cibo nei paesi industrializzati è sovrabbondante, ma dal punto di vista nutrizionale i nostri ragazzi sono molto spesso iper-alimentati in modo inadeguato piuttosto che iper-nutriti.

Può sembrare una pignoleria linguistica, ma si tratta in realtà di due concetti ben diversi. Il nutrimento, quello vero, che aiuta a crescere in modo efficiente, a sentirsi bene e a costruire un organismo sano, non viene dall’eccesso di carboidrati e grassi, che porta ad accumulare inutili e dannosi chili di troppo, ma da un’alimentazione varia e bilanciata che permette di ottenere tutte le sostanze di cui l’organismo ha bisogno, nella giusta misura.

Quindi anche proteine nobili (presenti in pesce, carne e legumi), sali minerali (calcio, fosforo, ferro, magnesio e zinco, innanzitutto) e vitamine. Tutte le vitamine.

Pubblicità

Da quelle antiossidanti, come la A, la C e la E (contenute soprattutto in frutta e verdura), indispensabili per supportare il metabolismo particolarmente attivo ed esigente tipico dell’infanzia e dell’adolescenza, a quelle dotate di proprietà specifiche, come la vitamina D (essenziale per assorbire e fissare il calcio nelle ossa) e quelle del gruppo B, che aiutano a trasformare i carboidrati in energia, a sostenere l’attività cerebrale e l’apprendimento e a migliorare le difese immunitarie naturali.

Molti i motivi di una dieta inappropriata

Purtroppo, oggi, ottenere quantità sufficienti di questi preziosi composti attraverso la sola alimentazione non è facile.

Non soltanto per la mancanza di tempo che spesso induce anche le mamme più attente a optare per piatti pronti o surgelati, nei quali i nutrienti essenziali si sono in parte perduti.

Ma anche perché, pur optando per cibi freschi acquistati giorno per giorno e cucinati al momento, in molti casi il contenuto vitaminico di frutta e verdura coltivate in serra, fuori stagione o a ritmi accelerati è tendenzialmente inferiore di quello dei vegetali cresciuti in modo naturale.

A ciò si aggiungono, poi, i ben noti e immancabili “capricci” dei più piccoli (cui talvolta è davvero impossibile non arrendersi), i pasti fuori casa su cui i genitori possono avere un controllo molto scarso e le sempre più diffuse allergie e intolleranze che spesso limitano il ventaglio di alimenti proponibili con serenità.

Quando l'alimentazione non basta

Per compensare lo scarso apporto dietetico, soprattutto in periodi di aumentato fabbisogno come i cambi di stagione, i malanni occasionali o le settimane di studio intenso in prossimità della fine dell’anno scolastico, ci si può affidare a integratori multivitaminici e di sali minerali.

Oggi disponiamo di un numero sempre più vasto di formulazioni, tra le quali anche quelle appositamente studiate per fornire tutte le sostanze di cui il bambino ha bisogno in proporzione bilanciata.

Bastano cicli d’assunzione regolare di 15-20 giorni per restituire vitalità ed energia anche ai piccoli inappetenti. A patto però di non concedere troppe deroghe a tavola: il ricorso all’integratore non deve mai essere visto come una facile alternativa a un’alimentazione sana, ma come un prezioso alleato di “rinforzo”, da sfruttare con criterio.

Analogo discorso vale per bambini e adolescenti voraci, sanissimi e molto attivi, costantemente impegnati fisicamente e mentalmente, tra scuola, sport, lezioni di musica, giochi al computer e uscite con gli amici.

Il loro fabbisogno di vitamine e sali minerali è massimo, specie nella fase dello sviluppo puberale, e richiede di essere periodicamente soddisfatto anche attraverso supplementi specifici, oltre che con una dieta adeguata e di qualità.

Rosanna Feroldi

CHIEDI ALL'ESPERTO

Hai bisogno di un consiglio? Un team di esperti è a tua disposizione per consulti online gratuiti e anonimi. Chiedi ai nostri esperti per avere risposte sulla tua salute. Le domande saranno pubblicate in forma anonima. Per inviare le tue domande registrati o effettua il login qui .

Pgatti Patrizia Maria Gatti
Specialista in Scienza dell’Alimentazione

CONSULTA IL TEAM DI ESPERTI

CONSULTA IL DOSSIER "STANCHEZZA"
VIDEO

Multivitaminici o integratori con una sola vitamina: quale scegliere?

Integratori multivitaminici

Scopri come orientarti nel mondo degli integratori vitaminici.

LEGGI TUTTO
Fotogallery

A cosa servono le vitamine

  • Fotolia 45581482 s

    Vitamina A

    Fondamentale per la vista, una sua eventuale carenza comporterebbe problemi agli occhi. Ma non solo: è anche un potente antiossidante ed è dotata di proprietà antinfiammatorie. Secondo una ricerca pubblicata su Neuroscience, la vitamina A sembra essere coinvolta anche nei processi cerebrali di apprendimento e memoria, dal momento che agisce su alcune cellule dell’ippocampo deputate a queste funzioni.

  • Fotolia 47832258 s

    Vitamine del gruppo B

    L’unione fa la forza: se prese tutte assieme, le vitamine del gruppo B danno una grossa mano soprattutto agli studenti. Oltre a partecipare alle reazioni a cui vanno incontro i nutrienti per essere trasformati in energia, infatti, sono coinvolte a vari livelli nei processi cognitivi, come l’apprendimento, la memoria e la capacità di concentrazione.

  • Fotolia 46625196 s

    Vitamina B9 (acido folico)

    È la vitamina delle future mamme: se è in arrivo un bebè è importante che la donna assuma un integratore a base di acido folico, per prevenire la spina bifida nel figlio. Oltre a ciò, l’acido folico lavora in stretta collaborazione con la vitamina B12 nella formazione dei globuli rossi e nella funzionalità del ferro.

  • Fotolia 46150097 s

    Vitamina C

    Nota soprattutto per le sue proprietà di rinforzo del sistema immunitario, preziosa quindi durante il periodo dei malanni invernali, la vitamina C esercita anche un’azione positiva sulla sintesi di collagene, quindi è in grado di irrobustire i vasi sanguigni, favorire la guarigione delle ferite e delle fratture ossee e mantenere sani i denti e le gengive.

  • Fotolia 52142184 s

    Vitamina D

    Essenziale per le ossa e i denti, la vitamina D interviene anche nella regolazione del metabolismo del calcio e del fosforo, regolandone l'assorbimento intestinale. È prodotta dalla pelle soltanto se esposta alla luce del sole.

  • Fotolia 52034984 s

    Vitamina E

    È un potentissimo antiossidante, quindi protegge i vari tessuti (compresa la pelle) dai danni provocati dai radicali liberi, responsabili dei processi di invecchiamento cellulare. Svolge un ruolo importante anche nel rinforzare il sistema immunitario.

  • Fotolia 47387129 s

    Vitamina H (biotina)

    Svolge un ruolo importante nel funzionamento del midollo osseo e nella salute della pelle e soprattutto dei capelli. In più contribuisce alla formazione degli acidi grassi e facilita il metabolismo degli aminoacidi e dei carboidrati.

  • Fotolia 28349527 s

    Vitamina K

    Nota anche vitamina antiemorragica, nel senso che la vitamina K è coinvolta nella coagulazione del sangue: è infatti indispensabile per la normale produzione, a livello del fegato, dei fattori della coagulazione.

  • Fotolia 47508934 s

    Vitamina P (niacina)

    Coinvolta nella regolazione del sistema nervoso (sembra svolgere un ruolo nel controllo dell’ansia) e nel metabolismo di carboidrati, grassi e proteine. La sua azione più nota è quella di prevenzione nei confronti della pellagra, una malattia legata alla sua carenza un tempo molto diffusa.


CONSULTA L’ARCHIVIO DI VITAMINE E INTEGRATORI
Torna su