Pubblicità
Ico tempolettura 4d4ceff10709fc567a3b0d04cf7fe5fe311c0b603cdcdde16d5fa93daf9467a7 Tempo di lettura: 4 minuti
Acne brufoli foruncoli

Acne: cause, sintomi, rimedi

L’acne è un’affezione della pelle che si manifesta con pustole, cisti e talvolta piccoli ascessi su volto, collo, spalle, schiena e torace.

Che cos’è

L’acne è un’affezione della pelle che si manifesta con la comparsa di pustole, cisti e talvolta piccoli ascessi localizzati prevalentemente su volto, collo, spalle, schiena e torace.

A provocarla è un’ostruzione dei canali che collegano le ghiandole produttrici di sebo, la sostanza grassa che mantiene la pelle idratata, con l’esterno costituito dai pori della pelle. Tali canali, chiamati follicoli, possono bloccarsi per un accumulo di sebo e cellule morte.

Cause

Tra le cause dell'acne ci sono i cambiamenti ormonali tipici dell’adolescenza e della gravidanza, l’assunzione di alcuni farmaci come per esempio corticosteroidi, fenitoina, litio, isoniazide e ciclosporina. Anche lo stress e l’uso continuativo di cosmetici che non lasciano traspirare la pelle possono favorirne la comparsa.

Sintomi più comuni

L’acne si manifesta inizialmente con piccole cisti superficiali aperte (punti neri) o sottopelle (punti bianchi) che possono infettarsi dando luogo a foruncoli, ossia raccolte di pus dalla caratteristica punta bianca.

Se l’infezione peggiora i foruncoli possono trasformarsi in ascessi che, rompendosi, danno origine a noduli arrossati e dolorosi.

Complicazioni

Nelle forme gravi gli ascessi possono lasciare cicatrici sulla pelle e poiché l’acne si sviluppa molto spesso sul volto, possono creare problemi di tipo psicologico.

Le cure

Nella cura dell’acne lieve e moderata sono utili farmaci da applicare localmente sulla pelle. Per contrastare i batteri che causano l’infiammazione si utilizzano creme, gel e saponi a base di antibiotici, benzoil perossido o acido salicilico, mentre per favorire la liberazione dei follicoli ostruiti sono utili i farmaci contenenti retinoidi.

Nelle forme più gravi il medico potrà prescrivere una terapia orale con antibiotici, isotretinoina o contraccettivi.

Per eliminare le eventuali cicatrici sono disponibili alcune tecniche basate sull’impiego del laser e sulla dermoabrasione, ossia la rimozione dello strato più superficiale della pelle.

In tutti i casi è utile lavare il viso con acqua calda e sapone delicato per eliminare il sebo in eccesso senza seccare troppo la pelle. Non bisogna schiacciare i foruncoli, utilizzare cosmetici grassi. È opportuno poi esporsi con cautela al sole e bere molta acqua per mantenere la pelle idratata.

Anche se il cioccolato e i cibi grassi non sono responsabili della comparsa dell’acne, nonostante le leggende metropolitane che circolano su questi alimenti, seguire una dieta equilibrata aiuta di sicuro a mantenere la pelle idratata e in salute.

Quando consultare il medico

Un trattamento precoce e personalizzato dell’acne è importante sia per evitare il disagio psicologico dovuto alla presenza dei foruncoli sia per scongiurare la formazione di cicatrici. Pertanto è consigliabile rivolgersi sempre al medico per la prescrizione di cure adeguate caso per caso.


Se cerchi una risposta ad un problema specifico consulta il nostro esperto

Garonzi
Francesco Garonzi
Dermatologo2


Quanto hai trovato interessante questo articolo?
 

Articolo scritto da:
VIDEO

Esiste un rimedio efficace per mandare via i brufoli?

Rimedio brufoli

Rimedi efficaci contro l’acne ci sono, ma non si deve pensare che siano miracolosi e che facciano scomparire subito tutti i brufoli.

LEGGI TUTTO
CONSULTA L’ARCHIVIO DI CURA DELLA PELLE
Torna su