Pubblicità
Cellulite cause terapie

Cellulite: cause, sintomi, rimedi

La cellulite è una degenerazione progressiva del tessuto sottocutaneo che si evidenzia, all'esterno, con il caratteristico a spetto della pelle "a buccia d'arancia".
Tempo di lettura: 6 minuti
Ultimo aggiornamento: 3 Luglio 2020

Che cos’è

La cellulite è una degenerazione progressiva del tessuto sottocutaneo. In pratica, si parla di cellulite quando le cellule adipose sono “immerse” in una quantità eccessiva di liquido, una situazione che causa la formazione di un tessuto fibroso, accompagnato da dolore.

All’esterno la pelle prende il caratteristico aspetto “a buccia d'arancia”.

Può presentarsi già nell'adolescenza, quando iniziano i primi cambiamenti ormonali. Dopo la menopausa di solito è meno frequente.

Interessa in genere gambe, caviglie, glutei, braccia e spalle.

Leggi anche l'articolo Come eliminare le smagliature.

Cause

Alla base del ristagno di liquidi c'è un'alterazione della microcircolazione nei capillari sottocutanei.

Può essere dovuta a fattori genetici, alimentazione scorretta, sedentarietà, fumo, cause ormonali o all'utilizzo di farmaci.

Anche calzature troppo alte e vestiti e scarpe stretti possono contribuire all'insorgere del disturbo.

Leggi anche la scheda Dieta e cellulite.

Sintomi più comuni

Esistono 4 diversi stadi della cellulite, ognuno caratterizzato da diversi sintomi.


Stadio della celluliteSintomi
1Gonfiore e senso di pesantezza
2La cute appare pallida, arrossata e meno elastica; i capillari si dilatano e ramificano e, stringendo la pelle tra le dita, compare il classico aspetto a buccia d'arancia
3-4Si accentua l'aspetto rugoso, compaiono ematomi e l'area interessata diventa sempre più dura e dolente.


Complicazioni

Tra le possibili complicazioni ci sono le smagliature, le microvarici e le varici.

Inoltre la cosiddetta cellulite generalizzata, associata all'obesità, può causare difficoltà circolatorie nelle gambe.

Le cure

Un sano ed equilibrato stile di vita, con attività fisica regolare e una dieta ricca di fibre, frutta e vegetali, aiuta a migliorare il disturbo. È bene anche bere molta acqua e infusi drenanti, come quelli a base di tarassaco, ananas e meliloto.

Per il trattamento sono disponibili diversi preparati contenenti principi attivi che migliorano la condizione del microcircolo e aiutano a eliminare i liquidi in eccesso.

Si tratta di compresse, gel, spray o creme a base di estratti di mirtillo rosso, ippocastano, rusco, amamelide o meliloto, centella, ginko.

Massaggi (estetici e linfodrenanti), pressoterapia, endermologia ed elettrostimolazione aiutano a migliorare l'aspetto della cellulite.

Inoltre, anche le calze elastiche a bassa pressione possono controllare la ritenzione idrica.

Quando consultare il medico

Alcuni trattamenti, come le varie forme di liposuzione, liposcultura e lipolisi, gli ultrasuoni e l'ossigeno-ozono terapia, richiedono l'intervento di un medico.

Se, poi, la cellulite è accompagnata o aggravata da altre malattie, come l'ipotiroidismo, l'insufficienza estroprogestinica e l'obesità patologica, è essenziale consigliarsi con il proprio medico che valuterà la terapia più adatta.

Quanto hai trovato interessante questo contenuto?
 
Articolo scritto da:
CONSULTA L’ARCHIVIO DI BELLEZZA