Pubblicità
Ico tempolettura 4d4ceff10709fc567a3b0d04cf7fe5fe311c0b603cdcdde16d5fa93daf9467a7 Tempo di lettura: 5 minuti
glucomannano proprietà

Glucomannano

Nello stomaco si trasforma in una specie di gelatina dando un senso di sazietà.

Che cos’è

ll glucomannano è una fibra vegetale solubile in acqua derivata dalla radice di Amorphophallus konjac, una pianta erbacea perenne il cui tubero ne contiene in media quasi i due terzi della materia secca.

Il glucomannano è costituito chimicamente da catene di glucosio e mannosio che non vengono assorbite. Il suo utilizzo è legato alla tradizione alimentare giapponese.

Attività

L'estratto di glucomannano è una polvere granulosa caratterizzata da elevata viscosità e dalla capacità di rigonfiarsi, assorbendo acqua fino a 60 volte il suo peso.

Tale proprietà è ancora più spiccata in ambiente acido; per questo nello stomaco il glucomannano, trasformandosi in gelatina, promuove il senso di sazietà.

Contrasta inoltre l’assorbimento del colesterolo e in generale dei grassi e rallenta quello degli zuccheri. È utile, quindi, nei soggetti obesi e nei diabetici.

Perché si usa

Il glucomannano viene largamente utilizzato nell'industria alimentare come gelificatore, addensatore, emulsionante, stabilizzatore e fonte solubile di fibra.

Si ritrova in prodotti da forno, bevande, caramelle, minestre, sughi pronti e molti altri alimenti confezionati e congelati.

Il glucomannano viene impiegato per contrastare il senso di fame nelle diete dimagranti e come lassativo osmotico.

Leggi l'approfondimento Stipsi, una risposta dalla natura.

Come si usa

Si devono assumere almeno 2-3 grammi di polvere micronizzata un’ora prima dei pasti con molta acqua: il glucomannano, infatti, incomincia a gelificarsi dopo un quarto d’ora raggiungendo il picco di volume dopo un’ora.

A distanza di due ore si ritrova nell’intestino, dove stimola l’attività peristaltica.

Effetti indesiderati

Gli eventuali effetti indesiderati (diarrea, pesantezza di stomaco) sono per lo più legati all’assunzione di quantità eccessive. Può favorire meteorismo e ridurre l’assorbimento delle vitamine liposolubili.

Precauzioni

Il glucomannano non deve essere utilizzato in caso di ulcera peptica o ernia iatale. È fondamentale un apporto idrico elevato per poter raggiungere l’obiettivo prestabilito: in caso contrario, infatti, potrebbe paradossalmente subentrare una condizione di stitichezza. È bene assumerlo sempre da solo.

Interazioni

Trattandosi di una fibra, il glucomannano può ridurre l’assorbimento di eventuali farmaci, trattenendoli. È bene quindi consultare il medico sulla sua opportunità di impiego nel caso in cui si debbano seguire terapie croniche.

A cura della redazione

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Curcuma: proprietà e benefici

Se cerchi una risposta ad un problema specifico consulta il nostro esperto

Sannia1
Antonello Sannia
Endocrinologo, docente di Fitoterapia

TAG
ARTICOLI CORRELATI
VIDEO

Esistono rimedi naturali contro la stitichezza?

Stitichezza abitudini alimentari e soluzioni

Ecco i rimedi naturali contro la stitichezza che ci consiglia il farmacista.

LEGGI TUTTO
CONSULTA L’ARCHIVIO DI PIANTE OFFICINALI
Torna su