Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Dermatite persistente nel bimbo"

Il mio bambino ha 2 mesi, ha il viso molto arrossato e screpolato e crosta in testa che non va via; anche all'inguine è molto arrossato, sembrano quasi ustioni. Ho provato a mettere pasta allo zinco, olio (solo in viso), ma nulla: ha prurito ed è nervoso. Oggi ho comprato un'altra crema per il viso. Non so se si tratti di dermatite e non so se preoccuparmi. Ho paura che il viso rimanga cosi...

Il quadro che descrive sembra quello di un eczema costituzionale o dermatite atopica, piuttosto comune nel lattante e nel bimbo più piccino. Le cause non sono ben conosciute, probabilmente sono molteplici. Coinvolge volto - risparmiando la zona periorale - cuoio capelluto (dove si chiama comunemente crosta lattea) e pieghe flessorie degli arti, soprattutto l'inguine. Colpisce un bambino su tre. La gestione può essere faticosa perché ha un andamento cronico, risponde alle cure in modo variabile mentre queste devono comunque essere costanti e ripetute nel tempo. Il sintomo più fastidioso è il prurito che rende il piccolo irrequieto, mentre le lesioni cutanee in una zona come il volto, ben visibile, complicano la gestione psicologica. A volte si associano altre manifestazioni allergiche, come asma o rinite o intolleranze alimentari, ma non sempre. La terapia è essenzialmente locale, ma è opportuno che venga prescritta dal pediatra o dal dermatologo e che la famiglia venga coinvolta in una sorta di "educazione terapeutica". Le lesioni possono essere essudanti o secche, a volte con ispessimento della cute; quindi la terapia cambia nelle varie sedi cutanee, nello stesso bambino, a volte cambia anche nel tempo nella stessa lesione, secondo la sua evoluzione. Inoltre, l'applicazione delle creme non è sempre facile perché il piccolo piange e si ribella poiché ha fastidio o dolore. Non rimangono cicatrici permanenti perchè sono coinvolti gli strati più superficiali della cute, tranne nel caso di complicazioni infettive gravi.


Ha risposto Battaglioli Marina

Battaglioli1

Marina Battaglioli

Pediatra e neonatologa

Specializzata in Pediatria Generale nel 1994 e in Neonatologia nel 1996, dal 2000 assume l’incarico a tempo indeterminato presso il reparto di Patologia Neonatale e Nido dell’Ospedale Buzzi, dove attualmente è Dirigente medico di 1° livello.

CHIEDI ALL'ESPERTO
Registrati ACCEDI

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al Tuo medico o al Tuo farmacista, oppure direttamente alla Tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su