Pubblicità

Vitamine e minerali per il ciclista

Il ciclismo è uno sport salutare adatto a tutte le età. Per beneficiarne al massimo, però, ecco come integrare vitamine e minerali persi durante lo sforzo.

Ico tempolettura 4d4ceff10709fc567a3b0d04cf7fe5fe311c0b603cdcdde16d5fa93daf9467a7 Tempo di lettura: 4 minuti
Vitamine sport bicicletta ciclista

Disciplina sportiva adatta a tutte le età, il ciclismo è un alleato della salute di cuore e arterie. Perché i benefici siano massimi, però, sono necessarie dieta adatta e integrazione vitaminica.

Pedalare, che sia su una bicicletta da corsa, su una mountain-bike ma anche sulla cyclette, è uno sport che allena e mantiene in salute cuore e arterie, ed è adatto proprio a tutti.

Riduce al minimo il rischio di traumi da carico alle articolazioni, tendini e muscoli, dato che il peso del corpo è ripartito in modo equilibrato su sellino, manubrio e pedali. E permette di calibrare l’attività fisica in base alle diverse condizioni di salute, al grado di allenamento e all’età.

Così, chi monta in bicicletta può decidere i livelli di resistenza dei pedali, il percorso da effettuare, la velocità da tenere e quanto a lungo svolgere l’attività in modo da ricavarne il massimo dei benefici senza rischi.

Dieta calcolata, benefici assicurati

Per ottenere buone prestazioni e beneficiare dei vantaggi che il ciclismo apporta alla salute è comunque fondamentale seguire un’alimentazione equilibrata e tagliata su misura di volta in volta. Se l’obiettivo è il potenziamento muscolare dovremo fornire al nostro organismo una quantità maggiore di proteine, da utilizzare per la “costruzione” dei tessuti. Se, al contrario, vogliamo ingaggiare una competizione, è il momento di fare il pieno di carboidrati.

Pubblicità

Integrazione adeguata con vitamine B, A, C ed E

Bisogna comunque considerare l’aumento generale del fabbisogno nutritivo e, soprattutto, l’importanza del recupero delle sostanze perse durante lo sforzo, come vitamine, minerali e acqua.

A questo proposito, l’integrazione vitaminica e minerale aiuta l’atleta a completare la sua dieta e a rifornire l’organismo delle sostanze principali consumate durante l’attività in tempi più brevi e con modalità più semplici di quelle consentite dall’alimentazione comune.

Tra le vitamine più importanti per gli amanti della bicicletta quelle del gruppo B, essenziali nei processi di produzione dell’energia e le vitamine antiossidanti (A, C ed E) in grado di contrastare l’azione nociva dei radicali liberi. In particolare, l’assunzione di vitamina C è fondamentale per facilitare l’assorbimento del ferro, minerale spesso carente nella pratica degli sport di resistenza.

Un occhio in più alle ossa per gli agonisti

Accanto agli indiscutibili benefici, però, secondo un team di studiosi statunitensi anche per questa pratica sportiva le insidie non mancherebbero.

I ricercatori hanno infatti riscontrato che chi utilizza la bicicletta in modo più intenso e assiduo presenta una densità ossea minore (soprattutto a livello di spina dorsale) rispetto a coloro che inforcano le due ruote più occasionalmente.

La causa è da ricercarsi proprio in una delle caratteristiche ritenute positive: andare in bici sollecita poco la struttura ossea. Ed è invece noto che più intenso è il carico esercitato sulle ossa, maggiore è l’aumento della loro massa in risposta alla sollecitazione.

Vitamina D e calcio Per proteggere lo scheletro

Il rischio, dunque, è quello di andare incontro a maggiori possibilità di sviluppare osteopenia e osteoporosi: una prospettiva che accomuna ciclisti e nuotatori, dato che anche gli amanti della piscina sono impegnati in un’attività esercitata quasi in assenza di gravità.

Non soltanto, ma il notevole dispendio di calorie e di nutrienti che il ciclismo comporta privano l’organismo di sostanze importanti per l’integrità delle ossa, come calcio e vitamina D che devono quindi essere rimpiazzate.

Pertanto, i ciclisti più accaniti oltre a curare l’alimentazione e integrare vitamine e minerali dovrebbero accompagnare gli allenamenti con esercizi di carico, in modo da stimolare della densità della massa ossea.

VIDEO

Sport: verità scientifiche e leggende metropolitane

Sport leggende e verita

Riduce la pressione? Fa venire il mal di testa? Giuseppe Marini, medico dello sport, svela che cosa c'è di vero sulle tante leggende metropolitane.

LEGGI TUTTO
Fotogallery

A cosa servono le vitamine

  • Fotolia 45581482 s

    Vitamina A

    Fondamentale per la vista, una sua eventuale carenza comporterebbe problemi agli occhi. Ma non solo: è anche un potente antiossidante ed è dotata di proprietà antinfiammatorie. Secondo una ricerca pubblicata su Neuroscience, la vitamina A sembra essere coinvolta anche nei processi cerebrali di apprendimento e memoria, dal momento che agisce su alcune cellule dell’ippocampo deputate a queste funzioni.

  • Fotolia 47832258 s

    Vitamine del gruppo B

    L’unione fa la forza: se prese tutte assieme, le vitamine del gruppo B danno una grossa mano soprattutto agli studenti. Oltre a partecipare alle reazioni a cui vanno incontro i nutrienti per essere trasformati in energia, infatti, sono coinvolte a vari livelli nei processi cognitivi, come l’apprendimento, la memoria e la capacità di concentrazione.

  • Fotolia 46625196 s

    Vitamina B9 (acido folico)

    È la vitamina delle future mamme: se è in arrivo un bebè è importante che la donna assuma un integratore a base di acido folico, per prevenire la spina bifida nel figlio. Oltre a ciò, l’acido folico lavora in stretta collaborazione con la vitamina B12 nella formazione dei globuli rossi e nella funzionalità del ferro.

  • Fotolia 46150097 s

    Vitamina C

    Nota soprattutto per le sue proprietà di rinforzo del sistema immunitario, preziosa quindi durante il periodo dei malanni invernali, la vitamina C esercita anche un’azione positiva sulla sintesi di collagene, quindi è in grado di irrobustire i vasi sanguigni, favorire la guarigione delle ferite e delle fratture ossee e mantenere sani i denti e le gengive.

  • Fotolia 52142184 s

    Vitamina D

    Essenziale per le ossa e i denti, la vitamina D interviene anche nella regolazione del metabolismo del calcio e del fosforo, regolandone l'assorbimento intestinale. È prodotta dalla pelle soltanto se esposta alla luce del sole.

  • Fotolia 52034984 s

    Vitamina E

    È un potentissimo antiossidante, quindi protegge i vari tessuti (compresa la pelle) dai danni provocati dai radicali liberi, responsabili dei processi di invecchiamento cellulare. Svolge un ruolo importante anche nel rinforzare il sistema immunitario.

  • Fotolia 47387129 s

    Vitamina H (biotina)

    Svolge un ruolo importante nel funzionamento del midollo osseo e nella salute della pelle e soprattutto dei capelli. In più contribuisce alla formazione degli acidi grassi e facilita il metabolismo degli aminoacidi e dei carboidrati.

  • Fotolia 28349527 s

    Vitamina K

    Nota anche vitamina antiemorragica, nel senso che la vitamina K è coinvolta nella coagulazione del sangue: è infatti indispensabile per la normale produzione, a livello del fegato, dei fattori della coagulazione.

  • Fotolia 47508934 s

    Vitamina P (niacina)

    Coinvolta nella regolazione del sistema nervoso (sembra svolgere un ruolo nel controllo dell’ansia) e nel metabolismo di carboidrati, grassi e proteine. La sua azione più nota è quella di prevenzione nei confronti della pellagra, una malattia legata alla sua carenza un tempo molto diffusa.


CONSULTA L’ARCHIVIO DI VITAMINE E INTEGRATORI
Torna su