Pubblicità
Ico tempolettura 4d4ceff10709fc567a3b0d04cf7fe5fe311c0b603cdcdde16d5fa93daf9467a7 Tempo di lettura: 6 minuti
Sindrome Gambe senza riposo

Sindrome delle gambe senza riposo

È una sensazione di disagio alle gambe che compare di notte e disturba notevolmente il sonno.

Che cos’è

La sindrome delle gambe senza riposo è un disturbo nervoso, classificato tra i disturbi del sonno, caratterizato da disagi alle gambe tali da causare un irrefrenabile bisogno di muoverle, di notte quando si è sdraiati, anche se si è terribilmente stanchi.

In tal modo chi ne soffre non riesce a riposare per i frequenti movimenti degli arti inferiori e, nelle forme più gravi, riduce notevolmente la qualità della vita.

Quanto è frequente

Ne soffre circa il 5 - 10 per cento della popolazione. Colpisce più frequentemente le donne che hanno una maggiore probabilità di soffrirne durante la gravidanza e in caso di anemia.

Sintomi

Il sintomo principale è la sensazione di “scomodità” delle gambe che spinge a muoverle di continuo per trovare una posizione nella quale non diano fastidio.

Di solito coinvolge la parte inferiore della gamba e solo occasionalmente la parte superiore oppure anche i piedi e/o le braccia.

Tale sensazioni si verifica in genere poco dopo essere andati a letto, anche se talvolta può comparire durante il giorno, e può durare anche un’ora o più a lungo.

I sintomi possono quindi essere:

  • sensazione anomala e non ben identificata nelle gambe;
  • formicolio o sensazioni di disagio alle gambe alleviati dal movimento;
  • irresistibile voglia di muovere le gambe;
  • persistenti movimenti delle gambe durante il sonno;
  • difficoltà ad addormentarsi o a mantanere il sonno durante la notte.

Cause

Attualmente la causa non è ancora stata chiarita. Il disturbo è comunque più frequente in presenza di: - neuropatia periferica - malattia renale cronica - morbo di Parkinson - in carenza di ferro - durante l’assunzione di alcuni farmaci. Esiste anche una forma ereditaria.

Conseguenze

La mancanza di riposo influisce sul rendimento durante il giorno. Causa stanchezza, mancanza di concentrazione e sbalzi d’umore che si ripercuotono sul lavoro e nei rapporti sociali.

Oltre che sonnolenza diurna, ansia o depressione, confusione.

Terapia

Non esiste una terapia vera e propria per la sindrome delle gambe senza riposo.

Il trattamento è mirato a ridurre lo stress e aiutare i muscoli a rilassarsi. Bagni caldi, esercizi di stretching, massaggi o tecniche di rilassamento possono aiutare.

Per favorire il rilassamento prima di andare a dormire può essere utile assumere preparati a base di erbe dalle proprietà calmanti. In tabella alcuni esempi:


Pianta
Proprietà
Valeriana
Ipnotiche, anticonvulsive, sedative del sistema nervoso centrale
Melissa
Antispastiche, sedative
Passiflora
Ansiolitiche, sedative
Camomilla
Ansiolitiche, sedative


Anche una moderata e regolare attività fisica può essere utile per tenere sotto controllo la patologia.

Se il sonno è gravemente disturbato possono essere prescritte benzodiazepine come sedativi.

Alcuni esperti suggeriscono l’uso di farmaci dopaminergici a dosaggi differenti da quelli utilizzati nella malattia di Parkinson.

Ai pazienti con carenza di ferro potrà essere indicata una supplementazione di ferro.

Quando consultare il medico

La troppa stanchezza o periodi di particolare stress spesso si manifestano con difficoltà di addormentamento e sensazione dio fastidio alle gambe: se gli episodi sono sporadici non c’è da preoccuparsi.

Quando, al contrario, il disturbo si ripete con regolarità è bene parlarne con il medico prima che la privazione di sonno o il sonno poco ristoratore possano influeire sulla qualità della vita.

Se cerchi una risposta ad un problema specifico consulta il nostro esperto

Foto zilioli
Angelo Zilioli
Neurologo


Quanto hai trovato interessante questo articolo?
 

Articolo scritto da:
CONSULTA L’ARCHIVIO DI PATOLOGIE A/Z
Torna su