Pubblicità
Ico tempolettura 4d4ceff10709fc567a3b0d04cf7fe5fe311c0b603cdcdde16d5fa93daf9467a7 Tempo di lettura: 3 minuti
Cromo carne

Cromo

Cromo: questo minerale aiuta a prevenire l'ipoglicemia e il diabete, e insieme al ferro, trasporta le proteine nel torrente circolatorio.

Che cos’è

Il cromo è un minerale necessario per il corretto metabolismo degli zuccheri nell'organismo.

Può presentarsi in diverse forme che hanno proprietà diverse e diversa tossicità. Le due forme più comuni sono il cromo trivalente e il cromo esavalente.

Fonti alimentari

Quantità di cromo sono presenti soprattutto nel lievito di birra, nella carne, nel formaggio e nei cereali integrali.

Effetti

Tra le funzioni del cromo c'è la capacità di aumentare l'efficacia dell'insulina e di utilizzare il glucosio, aiutando a prevenire l'ipoglicemia o il diabete.

Il cromo, insieme al ferro, ha inoltre il compito di trasportare le proteine nel flusso sanguigno e ha un ruolo anche nella sintesi delle proteine attraverso legami con le molecole di RNA (acido ribonucleico).

Carenza

Carenze di cromo generano intolleranza al glucosio, elevati valori di trigliceridi e di colesterolo.

Dosi consigliate

I bambini oltre i 7 anni, i ragazzi e gli adulti dovrebbero assumere giornalmente da 0,05 a 0,20 mg di cromo, mentre per età inferiori le quantità suggerite sono minori.

Precauzioni

Il cromo trivalente può provocare, se assunto a dosi elevate per via parenterale, un'irritazione cutanea. Se assunto per bocca e a dosi inferiori non è tossico.

Il cromo esavalente, che fortunatamente non si trova negli alimenti, è molto tossico ed è irritante per la pelle, per i polmoni e per stomaco e intestino.

A cura della redazione

Se cerchi una risposta ad un problema specifico consulta il nostro esperto

Pgatti
Patrizia Maria Gatti
Specialista in Scienza dell’Alimentazione

TAG
ARTICOLI CORRELATI
CONSULTA L’ARCHIVIO DI ALIMENTAZIONE
Torna su