Come evitare le allergie da cosmetici

Per usare make-up e dintorni senza correre rischi basta seguire alcune semplici regole.

Ico tempolettura 4d4ceff10709fc567a3b0d04cf7fe5fe311c0b603cdcdde16d5fa93daf9467a7 Tempo di lettura: 4 minuti
Allergie cosmetici prevenzione

Per usare make-up e dintorni senza correre rischi basta seguire alcune semplici regole.

Sono sempre di più le persone che soffrono di allergie. E questo è risaputo. Ma il perché pruriti e arrossamenti vari stiano sempre più prendendo piede non è ancora stato spiegato fino in fondo.

Sotto accusa, tra gli altri, ci sono anche i cosmetici. Prodotti che, per definizione, non dovrebbero contenere sostanze che interagiscono con il nostro organismo. Ma non sempre è così. Profumi, conservanti o eccipienti presenti in creme & co. possono agire da allergeni, molecole in grado di stimolare una reazione allergica.

Se si considera che, secondo uno studio dell’American academy of dermatology, ogni giorno, in media, ognuno di noi usa circa sette cosmetici diversi, dal profumo alla crema antirughe, appare subito chiaro quanto il rischio di incontrare l’ingrediente sbagliato sia alto.

Si presentano così

Come si riconosce un'allergia ai cosmetici? La tipica manifestazione è chiamata dermatite allergica da contatto. Comporta la formazione di piccole vescicole, rossore, prurito e desquamazione.

In teoria le reazioni allergiche possono svilupparsi in ogni parte del corpo, ma in pratica le aree più colpite sono la faccia, le labbra, il contorno occhi, le orecchie e il collo.

A variare, anche parecchio, è soprattutto il tempo con cui i sintomi si manifestano. In alcuni casi si parla di poche ore. Altre volte ci vogliono giorni prima di vedere comparire la prima macchia. Ci sono persone poi che sviluppano l’allergia soltanto dopo anni e anni di utilizzo di quello specifico prodotto.

Sul banco degli imputati...

Tra gli ingredienti più pericolosi dei cosmetici, dal punto di vista allergico, c'è il nichel, un metallo molto allergizzante. È presente in ombretti ed eyeliner, ma anche in creme e prodotti per la pelle come contaminante.

Non sono sempre innocenti nemmeno le sostanze profumate, naturali e sintetiche, i conservanti come la formaldeide, il Kathon CG e la parafenilendiamina che si trova per esempio nei coloranti per capelli. Anche i derivati della lanolina, utilizzati moltissimo per le loro proprietà emollienti e idratanti, possono dare sensibilizzazione e quindi allergia.

Qualche trucco per prevenirle

Chi è già sensibile a qualche cosmetico dovrebbe evitare di cambiare spesso i prodotti per non aumentare il numero di contatti con componenti potenzialmente allergizzanti.

Quando si sceglie un make-up, poi, sarebbe meglio puntare sulla qualità, più che sul prezzo basso. E, in ogni caso, prima di usarne uno nuovo si dovrebbe spalmarne una goccia sulla piega del gomito e aspettare 5-6 giorni. Se non succede nulla, il cosmetico è sicuro.

Che faccio se spunta una macchia?

Per prima cosa bisogna smettere di usare qualunque cosmetico fino a quando la macchia, il rossore o il prurito scompaiono. Dopodiché si può riprendere a utilizzarli, ma uno alla volta. In questo modo si può scoprire il prodotto incriminato.

Per essere davvero certi che l’allergia sia causata dai cosmetici e non da altro bisogna sottoporsi a test specifici, detti patch test. Li esegue il dermatologo.

Luisa Bonometti

CHIEDI ALL'ESPERTO

Hai bisogno di un consiglio? Un team di esperti è a tua disposizione per consulti online gratuiti e anonimi. Chiedi ai nostri esperti per avere risposte sulla tua salute. Le domande saranno pubblicate in forma anonima. Per inviare le tue domande registrati o effettua il login qui .

Garonzi Francesco Garonzi
Dermatologo

CONSULTA IL TEAM DI ESPERTI

CONSULTA L’ARCHIVIO DI COSMETOLOGIA
Torna su