Pubblicità

Micosi da pannolino: come comportarsi?

A volte l'eritema da pannolino degenera in vere e proprie infezioni. Ecco che fare.

Ico tempolettura 4d4ceff10709fc567a3b0d04cf7fe5fe311c0b603cdcdde16d5fa93daf9467a7 Tempo di lettura: 3 minuti
Candida pannolino neonato

A volte l'eritema da pannolino degenera in vere e proprie infezioni. Ecco come riconoscerle e come comportarsi per sconfiggerle.

Nulla richiama l'idea della delicatezza come la pelle di un bambino. Proprio perché così delicata è però facile che la cute dei bimbi abbia a che fare con irritazioni; fra le più note c'è l'eritema da pannolino, un problema che se non affrontato correttamente può degenerare in una vera e propria infezione, la micosi da pannolino.

Una causa comune

Alla base del disturbo c'è un fungo ben noto a molte donne anche prima di diventare mamme: la Candida albicans. Presente nell'organismo in quantità non pericolose, questo microbo può però proliferare eccessivamente quando trova un microclima adatto come quello che si crea in un pannolino umido.

Se poi il bimbo è già alle prese con un eritema da pannolino la probabilità che il fungo inizi a crescere incontrollato è ancora più elevata.

A questo fattore di rischio se ne possono poi aggiungere altri. Infatti sia nei piccoli in trattamento con antibiotici che in quelli allattati al seno da mamme che stanno assumendo questi farmaci la candida può avere la meglio e l'eritema da pannolino può trasformarsi più facilmente in una micosi.

Non solo, anche i bambini che hanno avuto recentemente il mughetto sono più esposti al rischio che la candida inizi a proliferare a livello del pannolino.

Pubblicità

Dall'intestino al pannolino

In tutti questi casi la Candida albicans che cresce nell'intestino del piccolo finisce nel pannolino insieme alle feci, e se trova una pelle umida e irritata da un eritema può aggredirla più facilmente.

Riconoscerne le conseguenze è semplice: l'eruzione cutanea diventa più definita e si arrossa ancora di più, può diventare squamosa, i suoi bordi tendono a rialzarsi e nelle aree circostanti compaiono lesioni “satellite” dal colore rossastro.

In queste condizioni i classici rimedi contro l'eritema da pannolino sono inefficaci e nonostante l'impegno messo dalla mamma nella cura del piccolo il problema persiste o addirittura tende ad estendersi coinvolgendo le pieghe della pelle a livello dell'inguine.

Quello di cui ha bisogno il piccolo è un trattamento con creme a base di antimicotici. Alcuni medici raccomandano anche di applicare un'ulteriore crema che faccia da barriera per evitare che l'eritema peggiori.

Per questo quando si sospetta di avere a che fare con una micosi da pannolino è bene rivolgersi al pediatra, che saprà consigliare il trattamento più adatto al caso.

Non solo farmaci

Restano poi valide tutte le regole da seguire in caso di eritema da pannolino. Per favorire la guarigione della micosi è quindi importante cambiare frequentemente il bimbo, pulire delicatamente l'area interessata, utilizzare solo detergenti adatti alla sua pelle sensibile e lasciare l'area pannolino libera di respirare all'aria per qualche ora al giorno.

Silvia Soligon

CHIEDI ALL'ESPERTO

Hai bisogno di un consiglio? Un team di esperti è a tua disposizione per consulti online gratuiti e anonimi. Chiedi ai nostri esperti per avere risposte sulla tua salute. Le domande saranno pubblicate in forma anonima. Per inviare le tue domande registrati o effettua il login qui .

Garonzi Francesco Garonzi
Dermatologo

CONSULTA IL TEAM DI ESPERTI

CONSULTA IL DOSSIER "MICOSI DELLA PELLE"
VIDEO

Come si previene l’eritema da pannolino?

Prevenire eritema da pannolino

Il maggior responsabile ell'eritema da pannolino è l'ambiente umido e acido che si crea all'interno del pannolino. Molto efficaci contro gli agenti irritnti sono i prodotti a base di pantenolo

LEGGI TUTTO
CONSULTA L’ARCHIVIO DI DISTURBI E PATOLOGIE
Torna su