Pubblicità
Ico tempolettura 4d4ceff10709fc567a3b0d04cf7fe5fe311c0b603cdcdde16d5fa93daf9467a7 Tempo di lettura: 4 minuti
Diabete tipo 1 terapie

Diabete di tipo 1: cause, sintomi, terapie

È una malattia autoimmune che provoca un calo nella produzione di insulina, con accumulo di glucosio nel sangue.

Che cos’è

Il diabete è una malattia cronica caratterizzata dall’assenza o insufficienza di insulina, ormone prodotto dal pancreas che permette l’utilizzo del glucosio come fonte di energia.

Il glucosio si accumula nel sangue (iperglicemia) privandoci dell’energia di cui abbiamo bisogno e causando danni a tutti i principali organi.

Quando il pancreas non produce insulina o ne produce troppo poca per cui è assolutamente necessario introdurla dall’esterno si parla di diabete di tipo 1 (insulinodipendente).

Cause

Il diabete di tipo 1 è una malattia autoimmune nella quale il sistema immunitario attacca le cellule pancreatiche come se fossero un corpo estraneo. Solitamente si manifesta in età giovanile (il più delle volte tra i 3 e i 10 anni).

Le cause non sono ancora del tutto chiare; è noto però che avere in famiglia un parente diabetico aumenta le probabilità di sviluppare la malattia.

Se cerchi una risposta ad un problema specifico consulta il nostro esperto

Gaubello1
Gregorio Guabello
Endocrinologo
Pgatti
Patrizia Maria Gatti
Specialista in Scienza dell’Alimentazione

Sintomi

Il diabete di tipo 1 si manifesta in modo improvviso con sete anormale, frequente bisogno di urinare, stanchezza abnorme, mancanza di energie, rapido dimagrimento, lenta rimarginazione delle ferite, infezioni ricorrenti, vista appannata.

I valori di glucosio nel sangue (glicemia), che di norma sono intorno ai 110 mg/dl, raggiungono o superano i 126 mg/dl.

Complicanze

Se la glicemia non è tenuta sotto controllo, con il tempo l’eccesso di glucosio nel sangue (iperglicemia) può provocare danni al circolo e al cuore, agli occhi (retinopatia), ai reni (nefropatia), al sistema nervoso (neuropatia), con conseguenze anche molto gravi.

Terapia

La terapia del diabete di tipo 1 si basa anzitutto sulla somministrazione quotidiana di insulina, dosata in modo tale da mantenere la glicemia quanto più possibile vicina alla norma, evitando che salga troppo o che cali eccessivamente.

Sarà il medico diabetologo a fornire tutte le indicazioni per effettuare l’autocontrollo giornaliero e modulare la terapia, che consentono al diabetico di avere una buona qualità di vita.

Le iniezioni di insulina devono essere accompagnate da uno stile di vita sano: una dieta bilanciata che limiti l’assunzione di zuccheri e un regolare esercizio fisico, che contribuisce ad abbassare la glicemia.

Quando rivolgersi al medico

Nel caso si sospetti di avere il diabete è sempre necessario consultare il medico il quale prescriverà le analisi da eseguire e, nel caso si confermi la malattia, potrà dare tutte le indicazioni su come attuare il quotidiano autocontrollo della glicemia e come eseguire la terapia insulinica.

Nel diabete, di tipo 1 la capacità del paziente di gestire quotidianamente la propria condizione, seguendo le indicazioni del diabetologo, è importante quanto le visite e i controlli periodici.


Quanto hai trovato interessante questo articolo?
 

Articolo scritto da:
CONSULTA L’ARCHIVIO DI PATOLOGIE A/Z
Torna su