Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Vaccino contro il papilloma"

Vorrei avere maggiori informazioni sul vaccino contro il cancro al collo dell'utero. Inoltre mi interesserebbe sapere se si può effettuare anche dopo aver perso la verginità. E poi..sono due problemi separati il cancro all’utero e quello al collo dell'utero? O si può prevenire tutto con il solito vaccino?

La vaccinazione contro il papillomavirus è un valido strumento di prevenzione rispetto al rischio di un tumore invasivo del collo dell'utero. Al momento non è consigliato il vaccino nelle donne che abbiamo già avuto rapporti, perché alcuni mesi di rapporti hanno probabilisticamente già portato un contatto con i papilloma virus. Il cancro del collo dell'utero e quello del corpo uterino sono due distinte patologie. La prima, il cancro del collo uterino, può quasi sempre essere prevenuta dal vaccino oggi disponibile, poiché si tratta delle conseguenze di una infezione determinata da alcuni virus del gruppo dei papilloma virus che si possono trasmettere con i rapporti sessuali. Il tumore del corpo uterino non ha nulla a che vedere con i virus, per quanto oggi ne sappiamo, e non può essere prevenuto da alcun vaccino.


Ha risposto Arisi Emilio

Arisi1

Emilio Arisi

Ginecologo

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli studi di Parma, si è specializzato in Ostetricia e Ginecologia nella stessa Università. Dal 1993 al 2010 è stato Direttore della U.O. di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale Regionale “S. Chiara” di Trento dove, dall’inizio del 2002 è stato coordinatore del Dipartimento Materno-Infantile della Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari della Provincia di Trento.

Torna su