Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Trigliceridi alti"

Che cosa significa avere i trigliceridi alti? C'è da preoccuparsi? Quali sono le cause? A che specialista devo rivolgermi?

Il primo professionista al quale è opportuno rivolgersi per avere un parere circostanziato sui suoi problemi è il medico di famiglia. Egli potrà valutare la situazione, anche in base alla sua storia clinica, suggerire, se lo riterrà opportuno, una dieta adeguata, o anche di consultare un dietologo e/o un cardiologo. In linea generale, le principali cause di ipertrigliceridemia sono: inattività fisica, dieta molto ricca in carboidrati e grassi, fumo di sigaretta, eccessivo consumo di alcolici, sovrappeso e obesità, sindrome metabolica, diabete mellito e insulino-resistenza, malattie renali croniche, ipotiroidismo. Anche alcuni farmaci possono contribuire a provocarla. Può anche accompagnarsi ad altri fattori di rischio, come l'aumento del colesterolo LDL e la riduzione della frazione HDL.


Ha risposto Panciroli Claudio

Panciroli

Claudio Panciroli

Cardiologo

Dal 1985 esercita la professione presso l’Azienda Ospedaliera della Provincia di Lodi, in USS Interdipartimentale di Emodinamica di cui è responsabile e in USC di Cardiologia e, privatamente, in ambulatorio.

CHIEDI ALL'ESPERTO
Registrati ACCEDI

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al Tuo medico o al Tuo farmacista, oppure direttamente alla Tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su