Pubblicità
Ico tempolettura 4d4ceff10709fc567a3b0d04cf7fe5fe311c0b603cdcdde16d5fa93daf9467a7 Tempo di lettura: 3 minuti
stanchezza

Stanchezza mentale: non prendiamola sottogamba

Stress, lavoro eccessivo, studio: ci sono momenti in cui la nostra capacità di concentrarci sulle cose che facciamo viene meno.

Stress, lavoro eccessivo, studio: ci sono momenti in cui la nostra capacità di concentrarci sulle cose che facciamo viene meno. Ecco i consigli per tornare in forma.

Marco sta per affrontare gli esami di maturità, ma si sente uno straccio e ha paura di non farcela. Colpevoli: lo stress e le fatiche di tutto l’anno scolastico sulle spalle, ma non soltanto.

Anche Tommaso, suo fratello maggiore, è più affaticato del solito e al lavoro perde facilmente la concentrazione. Certo il periodo è intenso anche per lui e, in più, si aggiungono le temperature elevate che contribuiscono ad alimentare il senso di spossatezza.

Micronutrienti da non sottovalutare

Durante i cambi di stagione, specie in primavera, ma soprattutto quando comincia il caldo estivo risulta più difficile far fronte alle situazioni di stress e la mente rischia di appannarsi con più facilità.

Capita così di far fatica a memorizzare anche le cose più banali e di avere vuoti di memoria; perdiamo spesso il filo del discorso e non riusciamo proprio a concentrarci. E, come se non bastasse, ci sentiamo spossati e senza energia, stanchi anche dopo aver dormito il tempo necessario.

Tutti sintomi che possono essere legati a una carenza di micronutrienti, quali per esempio magnesio e potassio, e di alcune vitamine. Per porvi rimedio è necessario garantire un adeguato rifornimento di tali sostanze, con la giusta alimentazione e con una integrazione ad hoc.

Pubblicità

Magnesio, potassio e vitamine

Con l’afa estiva la sudorazione aumenta e, di conseguenza, anche la perdita di sali minerali. Se i livelli di magnesio e di potassio scendono troppo ecco che compaiono stanchezza e spossatezza, sia fisica sia mentale.

Il potassio è essenziale, oltre che per la contrazione muscolare, anche per la trasmissione nervosa e una sua carenza abbassa le capacità di far fronte al calore, agli sforzi, alla fatica.

Il magnesio serve per rendere disponibile l’energia e anch’esso partecipa alla corretta conduzione dello stimolo nervoso, ma anche alla sintesi di serotonina, che agisce sul tono dell’umore e di melatonina, che aumenta la qualità del sonno.

In tutti i casi di stanchezza mentale, quindi, l’integrazione di questi due sali minerali, soprattutto se associati alle vitamine del gruppo B e alla vitamina C, che aiutano a utilizzare efficacemente l’energia e coadiuvano l’attività cellule nervose, potrà darà una sferzata di energia e rimetterci in forma.


Quanto hai trovato interessante questo articolo?
 

Articolo scritto da:
CONSULTA IL DOSSIER "STANCHEZZA"
VIDEO

Stanchezza e spossatezza in estate, che scocciatura

Albertomartina

Come affrontare quel senso di fatica che a volte ci prende in estate? Ne parliamo con Alberto Martina, medico e docente all'Università di Bologna

LEGGI TUTTO
CONSULTA L’ARCHIVIO DI VITAMINE E INTEGRATORI
Torna su