Pubblicità

Sei a dieta? Quattro trucchi per scansare gli attacchi di fame

Appetito, spiacevole compagnio di viaggio di chi sta cercando di dimagrire.

Ico tempolettura 4d4ceff10709fc567a3b0d04cf7fe5fe311c0b603cdcdde16d5fa93daf9467a7 Tempo di lettura: 3 minuti

ARTICOLI CORRELATI

appetito dieta dimagrire

Attacchi di fame: spiacevoli compagni di viaggio di chi sta cercando di dimagrire. Ecco come tenere a bada l’appetito.

C’è la dieta Dukan, la dieta a zona e la dieta metabolica, solo per citarne alcune. Sono magari molto diversi tra loro, i regimi dimagranti, ma una cosa li unisce: gli inevitabili attacchi di fame.

Che fare quando lo stomaco brontola? Per prima cosa bisogna sapere che a regolare l’appetito sono diversi ormoni, I principali sono grelina, cortisolo e leptina. Sono loro a dirci «Hai fame» e spingerci nella tentazione di uno snack. Ma c’è una buona notizia: possiamo tenerli a bada in quattro modi.

Dormire fa rima con dimagrire

È stato dimostrato in un recente studio condotto all’Università di Chicago che una notte in bianco provoca un innalzamento di grelina e quindi l’inevitabile attacco di fame il giorno successivo.

Se sei a dieta è quindi fondamentale dedicare al sonno almeno 7-8 ore per notte. Se vuoi saperne di più su questo argomento leggi questo articolo.

Evita il fast food

I fritti e gli alimenti ricchi di grassi animali, oltre a essere supercalorici, aumentano i livelli di grelina. Oltre a stimolare il senso di fame, questo ormone favorisce anche la formazione dei depositi di grasso nell’organismo.

Un’indagine della Emory University, negli USA, ha di recente dimostrato che i cibi sani e poco sofisticati abbassano i livelli di grelina. E con essi calano il senso della fame e i depositi lipidici.

Mangia lentamente

Ci vogliono almeno 20 minuti agli ormoni per dire al cervello «Sei sazio». Quindi, per evitare di introdurre più calorie del necessario, è fondamentale masticare lentamente.

Può essere utile anche bere un po’ d’acqua tra un boccone e l’altro, oppure appoggiare la forchetta sul tavolo mentre si mastica. Un’abitudine che aiuta anche la digestione, come indicato in questo articolo.

Metti un freno allo stress

Per ridurre gli attacchi di fame è essenziale ridurre il tasso di stress. Le tensioni nervose infatti non fanno altro che aumentare il cortisolo, altro ormone che stimola l’appetito. Come? Esistono molti modi. Uno che funziona bene lo trovi descritto in questo articolo.

CONSULTA L’ARCHIVIO DI DISTURBI E PATOLOGIE
Torna su