Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Scialorrea e reflusso: gli accertamenti da fare"

Da diverso tempo ho la bocca piena di saliva - mi è stato diagnosticato dall'otorino un reflusso gastroesofageo - ma sopratutto ho sempre la sensazione di sentire il cuore battere più del dovuto che diventa tachicardia vera e propria quando consumo pasti più abbondanti del solito. Due/tre anni fa mi fu diagnosticata un'ernia iatale. Cosa mi suggerisce di fare? Ci può essere anche un'intolleranza alimentare tra le cause di questi sintomi?

I suoi sintomi farebbero in effetti sospettare un reflusso gastroesofageo e non un'intolleranza alimentare. Da quello che scrive intuisco che circa 3 anni fa ha effettuato una gastroscopia senza evidenziare patologie di rilievo (l'ernia iatale è un reperto assolutamente benigno che non crea alcu tipo di problema salvo qunado diventa particolarmente voluminosa). Le consiglio di fare riferimento a un gastroenterologo in quanto è il caso di iniziare una terapi mirata per questa sintomatologia. Dal punto di vista della diagnostica le potrei intanto consigliare di effettuare degli esami di laboratorio per valutare se la sua tiroide funziona correttamente, se la sierologia per la celiachia è favorevole ed in ultimo l'Urea breath test per valutare l'eventuale presenza dell'infezione da Helicobacter pylori.


Ha risposto Petruzzellis Carlo

Ss petruzzellis 147x130

Carlo Petruzzellis

Gastroenterologo

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 2005 presso l’Università degli Studi di Messina.

Gentile utente, a causa di adeguamenti tecnici il servizio "Chiedi all'esperto" è momentaneamente sospeso.
Torna su