Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Polmonite atipica o embolia polmonare?"

Mia figlia di 4 anni, con tosse non continua, ma persistente da almeno 20 giorni, è stata visitata oggi pomeriggio dal pediatra, il quale sospetta una polmonite atipica (la bambina non presenta febbre) che riguarda un solo polmone. Per evitare di sottoporla a una radiografia, le ha prescritto un emocromo completo, proteina c reattiva e ricerca di micoplasma e clamidia. A dicembre 2018, in occasione di altri esami, a mia figlia è stato riscontrato il D-dimero alto, con un valore di 3.500; siamo in attesa del risultato di un nuovo esame del D-dimero eseguito a giugno 2019. È possibile che, invece di una polmonite atipica, mia figlia abbia un’embolia polmonare correlata al D-dimero alto? Il pediatra intanto le ha prescritto una terapia con aerosol a base di antibiotico e broncodilatatore.

Buongiorno, la voglio rassicurare sul fatto che il dosaggio del D-dimero, sebbene molto prezioso per identificare trombosi ed embolie polmonari, essendo un test molto sensibile ha il grosso limite di essere anche aspecifico, cioè di elevarsi anche a fronte di situazioni cliniche svariate, come per esempio a seguito di interventi chirurgici o in caso di infezioni e traumi.

Si tratta pertanto di un test che andrebbe richiesto solo in presenza di un forte sospetto clinico, proprio per poterlo utilizzare come uno strumento utile e non confondente.

Nel suo caso,  la sintomatologia della bambina (tosse), la visita della pediatra e il suo parere hanno deposto per polmonite atipica; l'embolia polmonare si manifesta più frequentemente con una mancanza di fiato acuta e ingravescente ed è sicuramente molto più infrequente nei bambini che negli adulti o anziani.


Ha risposto Papazian Barbara

Papazian 1

Barbara Papazian

Pneumologa

Svolge attività ambulatoriale come Specialista Pneumologa presso l’Ambulatorio dell’Associazione Lombarda dei Giornalisti di Milano.

Torna su