Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Peso che aumenta in menopausa nonostante la dieta"

Sto entrando in menopausa e da qualche mese anziché dimagrire il mio peso aumenta. La mia dietista è rassegnata, sto seguendo i suoi consigli, ma non ci sono risultati, anzi. Non mangio molti carboidrati, bevo circa 2 litri di acqua al giorno, faccio circa 30 minuti di cyclette al giorno, ho ritenzione idrica, quindi prendo un integratore drenante. Che altro potrei fare?

Purtroppo non c’è molto altro da fare, se non pazientare qualche anno, poiché nella fase iniziale i disturbi e i sintomi della menopausa, tra cui anche l’aumento di peso, sono poco governabili. Pian piano, però, i fastidi maggiori si riducono, anche perché nel tempo vi è un assestamento del cambiamento ormonale. Tuttavia, con un po’ più di attenzione a tavola e con un po’ più di attività fisica anche i vari disordini, provocati essenzialmente dal calo degli estrogeni, si possono modulare, per lo meno cercando di evitare complicazioni e rischi maggiori. Dunque, continui a tenere sotto controllo il peso e l’alimentazione, come già sta facendo e insista con la cyclette tutti i giorni, ma senza troppo stress. Frutta e verdura fresche tutti i giorni (almeno 2 o 3 porzioni al giorno), acqua in abbondanza, poco caffè e soprattutto stia attenta alle ossa mangiando tutti i giorni alimenti ricchi di calcio (latte e derivati) che, se ci fossero problemi d’ipercolesterolemia (come spesso avviene in menopausa), sceglierà nelle versioni magre (latte scremato, yogurt magro e formaggi freschi). Mangi carni bianche piuttosto che rosse e pesce almeno 3 volte la settimana, condisca con olio di oliva utilizzato a crudo. Sale con moderazione. Non più di un bicchiere di vino rosso al giorno, meglio se a cena (se le piace, ma non è obbligatorio).


Ha risposto Gatti Patrizia Maria

Pgatti

Patrizia Maria Gatti

Specialista in Scienza dell’Alimentazione

Laureata in Medicina e Chirurgia nel 1983 presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia Università degli Studi di Milano si è Specializzata in Scienza dell’alimentazione (indirizzo dietetico) presso il medesimo Ateneo nel 1986. Nel 1994 ha conseguito il Dottorato di Ricerca in Biochimica e la Specializzazione in Biochimica Clinica (indirizzo diagnostico) nel 1997

CHIEDI ALL'ESPERTO
Registrati ACCEDI

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al Tuo medico o al Tuo farmacista, oppure direttamente alla Tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su