Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Intolleranza metabolica, come diagnosticarla"

Ho sentito parlare di intolleranza del metabolismo, cioè cibi che il tuo corpo non riesce a metabolizzare in poco tempo. Volevo sapere se è vero che esiste un esame apposito e a chi mi potrei rivolgere per farlo.

Nell'ampio gruppo delle intolleranze alimentari si trovano anche le intolleranze metaboliche che in genere sono causate da carenza o assenza di enzimi impiegati nel metabolizzare alcuni aminoacidi. Di queste fa parte, per esempio, l'intolleranza al lattosio, zucchero contenuto nel latte, molto diffusa e che è causata da una carenza dell'enzima lattasi, necessario per digerire il lattosio. Si manifesta con disturbi gastrointestinali, tra cui gonfiore, dolori addominali e diarrea. Ce ne possono essere molte altre, ma le cause sono svariate e spesso per individuare gli alimenti sospetti occorrono test costosi e non sempre si arriva alla soluzione del problema. I test per le intolleranze di fatto sono ancora molto imprecisi e così può capitare che un soggetto risulti intollerante a molti o quasi tutti gli alimenti che preferisce. Per il centro specialistico a cui rivolgersi le consiglio di chiedere al suo medico di fiducia, escludendo i centri o i laboratori non convenzionati.


Ha risposto Gatti Patrizia Maria

Pgatti

Patrizia Maria Gatti

Specialista in Scienza dell’Alimentazione

Laureata in Medicina e Chirurgia nel 1983 presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia Università degli Studi di Milano si è Specializzata in Scienza dell’alimentazione (indirizzo dietetico) presso il medesimo Ateneo nel 1986. Nel 1994 ha conseguito il Dottorato di Ricerca in Biochimica e la Specializzazione in Biochimica Clinica (indirizzo diagnostico) nel 1997

Gentile utente, a causa di adeguamenti tecnici il servizio "Chiedi all'esperto" è momentaneamente sospeso.
Torna su