Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Feci troppo dure "

Da otto giorni non riesco ad andare di corpo, ho lo stimolo ma non riesco ad evacuare. Durante il giorno bevo molta acqua e circa due giorni fa ho ussato delle supposte di glicerina senza successo. Stanotte con l'ausilio di un guanto in lattice ho appurato di avere una fece grossissima e durissima all'interno, ho provato a sforzarmi ma niente di fatto a parte il dolore sia di stomaco, sia intestinale, sia anale. Che fare?

È importante capire se si tratta solo di un episodio sporadico o se è un problema che si verifica più spesso, in tal caso va indagato con esami specifici dopo una visita accurata. Se il problema di cui ha accennato non è ancora risolto o si è ripresentato deve ammorbidire le feci presenti in ampolla, in modo che fuoriescano senza traumi, utilizzando clisteri evacuativi al sorbitolo (meno irritante sulla mucosa rispetto alla glicerina) e se non sufficienti, clismi evacuativi. Per prevenire ulteriori episodi di stipsi acuta le consiglio, oltre a una dieta ricca di fibre e un adeguato introito di liquidi (2 l al giorno), l’utilizzo di lassativi osmotici (macrogol, PEG) che hanno l’effetto di richiamare liquidi nel lume intestinale rendendo morbide le feci e facilitandone il transito.


Ha risposto Mazzocchi Samanta

Samanta mazzocchi

Samanta Mazzocchi

Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva

Laureata in Medicina e Chirurgia nel 2002 presso l’Università degli Studi di Pavia. Ha conseguito nel 2008 il diploma di Specializzazione in "Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva". Dal 2013 è dirigente medico presso l’Azienda Ospedaliere di Piacenza all’Ospedale di Castel San Giovanni e, in qualità di Medico Gastroenterologo, si occupa dell’ambulatorio di gastroenterologia e di endoscopia digestiva.

CHIEDI ALL'ESPERTO

Per poter scrivere ai nostri esperti devi essere un utente registrato.
Se non hai ancora effettuato la registrazione

Registrati


Se sei un utente già registrato effettua il login inserendo indirizzo e-mail e password

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al tuo medico o al tuo farmacista, oppure direttamente alla tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su