Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Extrasistoli con insufficienza mitralica"

Ho 48 anni e facendo delle visite quinquennali di idoneità mi hanno riscontrato, tramite ecg e poi con eco doppler, delle extasistoli con un'insufficienza mitralica. Dopo la ripetizione dei succitati esami mi hanno detto di fare una scintigrafia con prove da sforzo prima di emettere una diagnosi precisa ed eventualmente dare una cura. Come ci si regola di solito?

Se la funzione ventricolare sinistra è normale (FE >55%) cosa che penso, non ci sono problemi. Vorrei sapere se ha fattori di rischio per malattie coronariche, altrimenti se ha un ecg normale, cosa che penso, è più semplice eseguire un test da sforzo al cicloergometro o tappeto per escludere una cardiopatia ischemica silente causa di extrasistoli, invece di fare una scintigrafia. Se non ci sono patologie coronariche io mi fermerei con gli accertamenti e se le aritmie non peggiorano con lo sforzo non è necessaria alcuna terapia.


Ha risposto Panciroli Claudio

Panciroli

Claudio Panciroli

Cardiologo

Dal 1985 esercita la professione presso l’Azienda Ospedaliera della Provincia di Lodi, in USS Interdipartimentale di Emodinamica di cui è responsabile e in USC di Cardiologia e, privatamente, in ambulatorio.

Gentile utente, a causa di adeguamenti tecnici il servizio "Chiedi all'esperto" è momentaneamente sospeso.
Torna su