Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Cistite cronica e vaccino"

Dopo aver affrontato un k ovarico e 40 radioterapie mia mamma, ora 75 anni, soffre costantemente di cistite ormai definita cronica. Ho letto che c'è un vaccino in Svizzera che potrebbe risolvere la situazione, anche perché mia madre è sempre sotto cura antibiotica.

La radioterapia può frequentemente lasciare il reliquato di una cistite attinica. Solitamente il problema si risolve da solo con il passare del tempo. Si tratta comunque di un problema delicato che va affrontato dagli specialisti del Centro che ha eseguito la radioterapia. È sempre importante eseguire una urinocoltura, che permette di fare una terapia mirata attraverso la conoscenza del germe responsabile. Il vaccino di cui parla la Signora contiene e.coli, un germe di tipo intestinale, presente comunque in analoghi prodotti reperibili anche in Italia. Tali farmaci vanno solitamente usati per lungo periodo, e agiscono ovviamente attivando le difese locali contro i germi dell'intestino da cui più facilmente in effetti proviene l'infezione.


Ha risposto Arisi Emilio

Arisi1

Emilio Arisi

Ginecologo

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli studi di Parma, si è specializzato in Ostetricia e Ginecologia nella stessa Università. Dal 1993 al 2010 è stato Direttore della U.O. di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale Regionale “S. Chiara” di Trento dove, dall’inizio del 2002 è stato coordinatore del Dipartimento Materno-Infantile della Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari della Provincia di Trento.

CHIEDI ALL'ESPERTO
Registrati ACCEDI

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al Tuo medico o al Tuo farmacista, oppure direttamente alla Tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su