RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Carico glicemico e indice glicemico degli alimenti"

Sono un ragazzo molto appassionato di scienza dell'alimentazione e vorrei chiederle qualche consiglio. Per esempio cosa ne pensa del carico glicemico dei cibi e qual è il suo valore effettivo? Inoltre, faccio tantissimo sport e palestra ma non riesco ad asciugare totalmente la parte addominale come potrei fare con la dieta?

Forse non tutti sanno che l’indice glicemico è un valore che indica la qualità dei carboidrati (zuccheri) di un alimento, ma non la quantità o la densità di carboidrati dell’alimento stesso. Il carico glicemico invece, considera sia l’indice glicemico che la quantità percentuale del cibo ingerito, quindi è un parametro più completo e si ottiene moltiplicando l’indice glicemico per la quantità percentuale di carboidrati, diviso 100. Entrambi sono misure utili al dietologo per realizzare un piano alimentare per le persone malate di diabete o per il medico dello sport quando deve pianificare la dieta per un atleta. Dunque, questi calcoli sono utili solo in mani esperte. La dieta giusta per chi desidera una “tartaruga” perfetta non si può improvvisare, chieda al suo medico di consigliarle uno specialista qualificato: cioè un medico nutrizionista (dietologo) o un medico dello sport.


Ha risposto Gatti Patrizia Maria

Pgatti

Patrizia Maria Gatti

Specialista in Scienza dell’Alimentazione

Laureata in Medicina e Chirurgia nel 1983 presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia Università degli Studi di Milano si è Specializzata in Scienza dell’alimentazione (indirizzo dietetico) presso il medesimo Ateneo nel 1986. Nel 1994 ha conseguito il Dottorato di Ricerca in Biochimica e la Specializzazione in Biochimica Clinica (indirizzo diagnostico) nel 1997

CHIEDI ALL'ESPERTO
Registrati ACCEDI

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al Tuo medico o al Tuo farmacista, oppure direttamente alla Tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su