Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Bruciore vaginale"

Ho un forte bruciore e dolore vaginale. Ho usato un detergente intimo e amuchina ma non passa. Cosa posso fare?

Le lavande vaginali vanno fatte come supporto a una mirata terapia locale intravaginale, che va possibilmente fatta dopo una diagnosi precisa del germe/batterio/ fungo incriminato. La vagina è un complesso e sensibile ecosistema con decine di batteri che vivono in equilibrio; quando questo equilibrio si rompe, vengono disturbi (prurito, bruciore, perdite vaginali abbondanti, maleodoranti eccetera). Un intervento in caso di sintomatologia acuta con una lavanda non è sempre opportuno, se non è guidato da un razionale clinico. Spesso in questo periodo estivo i disturbi sono legati a infezioni da funghi (candida) e basta lasciare la zona libera dagli indumenti intimi, che quando usati non devono essere stretti, devono essere di cotone e non colorati; talora basta poggiare lì del ghiaccio, che abbassando la temperatura impedisce la moltiplicazione della candida. Comunque una terapia fatta a caso quasi mai risolve il problema. È quindi consigliabile al più presto una visita presso il suo medico di fiducia.


Ha risposto Arisi Emilio

Arisi1

Emilio Arisi

Ginecologo

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli studi di Parma, si è specializzato in Ostetricia e Ginecologia nella stessa Università. Dal 1993 al 2010 è stato Direttore della U.O. di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale Regionale “S. Chiara” di Trento dove, dall’inizio del 2002 è stato coordinatore del Dipartimento Materno-Infantile della Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari della Provincia di Trento.

Gentile utente, a causa di adeguamenti tecnici il servizio "Chiedi all'esperto" è momentaneamente sospeso.
Torna su