RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Vaccino anti HPV"

Mia figlia di 11 anni è stata chiamata a fare il vaccino anti papilloma virus (HPV). Leggo molte contraddizioni e notizie non molto confortanti. Non sono affatto convinta della sua necessità. Lei cosa ne pensa?

Sono assolutamente della idea che se c’è uno strumento che permetta di ridurre la probabilità dell’insorgenza di un tumore invasivo del collo dell’utero, perlomeno quelli correlati con l’HPV, che sono la quasi totalità, tale strumento vada utilizzato. Come tutti i vaccini e come tutti i farmaci anche questo vaccino può avere qualche modesto fenomeno collaterale, ma i vantaggi che si ricavano in prospettiva sono incommensurabilmente superiori in base ai dati della letteratura. Del tutto recentemente una importantissima rivista americana di pediatria ha pubblicato i risultati su 10 anni di vaccinazione da HPV testimoniando una riduzione di questo tipo di infezione di oltre il 60%. 




Ha risposto Arisi Emilio

Arisi1

Emilio Arisi

Ginecologo

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli studi di Parma, si è specializzato in Ostetricia e Ginecologia nella stessa Università. Dal 1993 al 2010 è stato Direttore della U.O. di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale Regionale “S. Chiara” di Trento dove, dall’inizio del 2002 è stato coordinatore del Dipartimento Materno-Infantile della Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari della Provincia di Trento.

CHIEDI ALL'ESPERTO
Registrati ACCEDI

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al Tuo medico o al Tuo farmacista, oppure direttamente alla Tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Attenzione: Il servizio "Chiedi all'esperto" sarà sospeso dal 1 Agosto 2017 fino al 31 Agosto 2017.
I quesiti inviati durante questo periodo potranno essere inoltrati ai nostri consulenti dopo la pausa estiva.

Torna su