Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Tosse persistente: come indagare le cause"

Da tre settimane circa ho una tosse secca molto fastidiosa che si accentua coricandomi. La cosa che mi preoccupa è che appena comincio a tossire invece di trovare sollievo si accentua in maniera esponenziale la sensazione di prurito a livello intercostale e devo smettere di tossire perché mi passi. Ho fatto una cura con sciroppo mucolitico e con un sedativo della tosse senza risultati. Sono un ex fumatore, ma da 10 non fumo più. Ho 54 anni e sono in buona salute. L'Rx toracico fatto ad aprile non ha evidenziato niente. Cosa posso fare?

Buongiorno, in presenza di una tosse persistente da più settimane è necessario sottoporsi a una visita medica di controllo. Il suo Medico le chiederà a quali sintomi eventualmente si associa questa tosse, (ad esempio un aumento della temperatura corporea, mancanza di fiato, rinite, sintomi compatibili con sinusopatia, presenza di digestione laboriosa o reflusso gastroesofageo); le domanderà quali farmaci assume e potrà sottoporla a una visita medica mirata con auscultazione del torace, fondamentale per orientarsi sugli step diagnostici successivi. Ad esempio se il Medico apprezzasse la presenza di broncospasmo potrebbe suggerirle di eseguire un approfondimento con esame spirometrico per evidenziare eventuali patologie ostruttive, come l’asma bronchiale, responsabile di possibile tosse persistente. Per completare l’inquadramento diagnostico potrebbe anche essere utile ripetere la radiografia del torace in due proiezioni.


Ha risposto Papazian Barbara

Papazian 1

Barbara Papazian

Pneumologa

Svolge attività ambulatoriale come Specialista Pneumologa presso l’Ambulatorio dell’Associazione Lombarda dei Giornalisti di Milano.

CHIEDI ALL'ESPERTO
Registrati ACCEDI

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al Tuo medico o al Tuo farmacista, oppure direttamente alla Tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su