Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Teanina per l'ansia"

Soffro di ansia ma i dottori non mi fanno assumere ansiolitici per via della dipendenza e assuefazione. Leggo che in questi casi può essere molto utile la teanina. Le vorrei chiedere: si deve assumere solo al mattino colazione (150 o 200 mg)? Assumendola costantemente si arriva al punto di essere "coperti" per 24 ore? Può causare sonnolenza e alla lunga anche problemi di dipendenza/assuefazione (dato che si legge agisce in maniera simile alle benzodiazepine e sul GABA) o problemi sessuali? genere ?

Per combattere l'ansia le piante migliori sono la Valeriana come estratto secco titolato in acidi valerenici allo 0,4 o allo 0,8% o la Passiflora come estratto secco titolato in vitexina minimo 1%. La dose corretta di queste è di circa 200-250 mg al mattino al risveglio e la stessa dose nel tardo pomeriggio. La teanina potrebbe andare bene, ma non è facile trovare un prodotto naturale basato su di essa, per cui direi che una delle piante precedenti andrebbe benissimo.


Ha risposto Sannia Antonello

Sannia1

Antonello Sannia

Endocrinologo, docente di Fitoterapia

È docente al corso di perfezionamento in fitoterapia presso le Università di Siena e di Pavia, è membro della SIFIT (Società Italiana di Fitoterapia) e svolge la sua attività libero professionale in alcuni Centri Medici Specialistici in Piemonte.

CHIEDI ALL'ESPERTO

Per poter scrivere ai nostri esperti devi essere un utente registrato.
Se non hai ancora effettuato la registrazione

Registrati


Se sei un utente già registrato effettua il login inserendo indirizzo e-mail e password

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al tuo medico o al tuo farmacista, oppure direttamente alla tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su