Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Teanina per l'ansia"

Soffro di ansia ma i dottori non mi fanno assumere ansiolitici per via della dipendenza e assuefazione. Leggo che in questi casi può essere molto utile la teanina. Le vorrei chiedere: si deve assumere solo al mattino colazione (150 o 200 mg)? Assumendola costantemente si arriva al punto di essere "coperti" per 24 ore? Può causare sonnolenza e alla lunga anche problemi di dipendenza/assuefazione (dato che si legge agisce in maniera simile alle benzodiazepine e sul GABA) o problemi sessuali? genere ?

Per combattere l'ansia le piante migliori sono la Valeriana come estratto secco titolato in acidi valerenici allo 0,4 o allo 0,8% o la Passiflora come estratto secco titolato in vitexina minimo 1%. La dose corretta di queste è di circa 200-250 mg al mattino al risveglio e la stessa dose nel tardo pomeriggio. La teanina potrebbe andare bene, ma non è facile trovare un prodotto naturale basato su di essa, per cui direi che una delle piante precedenti andrebbe benissimo.


Ha risposto Sannia Antonello

Sannia1

Antonello Sannia

Endocrinologo, docente di Fitoterapia

È docente al corso di perfezionamento in fitoterapia presso le Università di Siena e di Pavia, è membro della SIFIT (Società Italiana di Fitoterapia) e svolge la sua attività libero professionale in alcuni Centri Medici Specialistici in Piemonte.

Gentile utente, a causa di adeguamenti tecnici il servizio "Chiedi all'esperto" è momentaneamente sospeso.
Torna su