Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Tatuaggi e febbre "

Salve, sono una ragazza di 21 anni. Due anni fa circa ho fatto un tatuaggio sulla spalla ma non riesco a ricordarmi se dopo mi era venuta la febbre. Adesso vorrei farne un altro sotto il precedente, ma ho una paura tremenda della febbre. Ma davvero può venire dopo aver fatto un tatuaggio?

L'esecuzione di un tatuaggio costituisce un trauma per la cute. Maggiore è la superficie interessata, più elevate saranno le probabilità di reazioni a livello sistemico, come un temporaneo rialzo febbrile, in questo caso. Una piccola scottatura provocata ad esempio da un ferro da stiro, non comporterà alcun pericolo per il nostro organismo, ma se un'ustione anche lieve coinvolge la pelle oltre un certo limite, si potranno verificare squilibri tali da mettere in pericolo la vita stessa.


Ha risposto Garonzi Francesco

Garonzi

Francesco Garonzi

Dermatologo

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1976,presso l’università degli studi di Milano, consegue l'abilitazione all'esercizio della professione medica nel 1977. Consegue la specializzazione in Dermatologia e Venereologia presso l’Università degli Studi di Milano nel 1979.Da allora esercita la professione come specialista dermatologo.

CHIEDI ALL'ESPERTO

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al Tuo medico o al Tuo farmacista, oppure direttamente alla Tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su