Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Sindrome di Wernicke"

A mio fratello, 44 anni, è stata diagnosticata nel marzo 2012 una ncefalopatia di Wernicke. Lo curiamo solo con vitamina B, ma a distanza di 8 mesi non vediamo miglioramenti, anzi si indebolisce giorno dopo giorno, ha perso 20 kg in 6 mesi e fa fatica a stare sulle gambe. Ha una forte afasia e parla molto male. Quando lo hanno dimesso (luglio) non ci hanno dato nessuna indicazione, solo vitamina B e terapia con fisioterapista. A chi ci possiamo rivolgere?

La sindrome di Wernicke è dovuta a carenze nutrizionali, principalmente di vitamina B1. È caratterizzata da disturbi quali: stato confusionale, apatia, amnesia, atassia (cioè incoordinazione motoria) e alterazione dei movimenti oculari. Spesso è associata a neuropatia periferica agli arti. Le consiglio sicuramente di continuare la terapia prescritta e di effettuare quanto prima un controllo neurologico.


Ha risposto Zilioli Angelo

Foto zilioli

Angelo Zilioli

Neurologo

Dal 1997 esercita presso il reparto di neurologia dell’Azienda Ospedaliera di Lodi. È responsabile dell’USS Stroke Unit. Si è laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Pavia, dove si è anche specializzato in Neurofisiopatologia.

Gentile utente, a causa di adeguamenti tecnici il servizio "Chiedi all'esperto" è momentaneamente sospeso.
Torna su