Pubblicità

Raffreddore e influenza, perché ci si ammala di più

Ecco i comportamenti e le abitudini di vita che rendono più facile ammalarsi di raffreddore e influenza.

Ico tempolettura 4d4ceff10709fc567a3b0d04cf7fe5fe311c0b603cdcdde16d5fa93daf9467a7 Tempo di lettura: 2 minuti
Raffreddore influenza epidemiologia

Comportamenti sbagliati e stili di vita non corretti rendono più facile il lavoro dei virus.

Uno studio condotto sull'esperienza di un centinaio di medici generici, nutrizionisti e dietologi italiani ha svelato quali sono i fattori che facilitano l’infezione da parte dei virus del raffreddore e dell’influenza.

Sbalzi di temperatura

Nel 45 per cento dei casi, coloro che si ammalano di più sono soggetti a sbalzi repentini di temperatura che a volte superano i 5 e 10 gradi nell’arco della giornata.

L’ideale quindi, in questa stagione, è vestirsi a strati. In modo da potersi togliere gli indumenti pesanti quando si entra in un ambiente caldo.

Stress e malanni invernali

È stato scoperto che, nel 53 per cento dei casi, quanti vanno incontro a malanni invernali con una certa frequenza sono sottoposti a ritmi di lavoro e tensioni nervose emotive.

La correlazione tra stress e sistema immunitario è nota da tempo. Gli esperti consigliano, in questo periodo dell’anno, di evitare situazioni di tensione eccessiva e di regalarsi qualche weekend di relax.

Dieta sregolata

Dall’indagine emerge anche che nel 64 per cento dei casi ci si ammala di più se non ci si alimenta in modo equilibrato.

In questo periodo dell’anno è fondamentale garantire all’organismo tutti i nutrienti di cui ha bisogno, se si vuole contrastare i virus di stagione. Facendo soprattutto attenzione all’introito di vitamine e sali minerali.

VIDEO

Influenza: che fare ai primi sintomi?

Primi sintomi influenza come intervenire

Intervista a Fabrizio Pregliasco, virologo dell'università di Milano

LEGGI TUTTO
Fotogallery

Cinque leggende sul raffreddore: che cosa dice la scienza?

  • Raffreddore coperti caldo

    Vestiti bene altrimenti ti ammali

    È il classico tormentone che ogni madre riserva ai propri figli. Da piccoli, sempre. Ma a volte anche da grandi. Uscire di casa, in autunno e in inverno, senza il cappotto e la maglia di lana non aumenta il rischio di buscarsi un raffreddore. A causare il classico malanno invernale non è altro che un virus. Colpisce di più durante la stagione fredda per la semplice ragione che trascorriamo più ore al chiuso, in casa e al lavoro, e assieme a più persone. Per cui il rischio di contagio aumenta.

  • Raffreddore capelli bagnati

    Se non asciughi bene i capelli ti viene un malanno

    Uscire di casa con la testa bagnata in inverno non è certo una bella sensazione. Ma a parte questo semplice disagio non si corrono altri rischi. Il vero responsabile del raffreddore, a dispetto del nome, non è il freddo, ma un virus. E a meno che non si prenda così tanto freddi da andare in ipotermia, e quindi essere più suscettibili alle infezioni, la temperatura esterna non è così importante.

  • Raffreddore appetito

    Mangia che ti passa

    Il raffreddore toglie l’appetito, su questo non ci sono dubbi. E sforzarsi di mangiare non serve a nulla. Al limite è importante bere liquidi in abbondanza per restare ben idratati. Tuttavia, è bene evitare, in un’ottica di prevenzione, di sottoporsi a diete ipocaloriche in vista della stagione dei malanni invernali: uno studio del 2008 pubblicato sul Journal of Nutrition ha scoperto che mettersi a dieta in questo periodo non fa altro che indebolire le difese naturali dell’organismo. E se si prende un raffreddore ci mette di più per guarire.

  • Raffreddore brodo di pollo

    Bevi il brodo di pollo che guarisci prima

    È il classico rimedio della nonna contro i raffreddori. In questo caso però potrebbe avere ragione: uno studio pubblicato sulla rivista Chest ha infatti dimostrato che una tazza di brodo di pollo aiuta l’organismo a reagire, attraverso il sistema immunitario, contro i virus del raffreddore.

  • Raffreddore superalcolico

    Un bicchierino di whisky lo manda via

    È la classica leggenda metropolitana, che piace a molti uomini. Eppure non è mai stato dimostrato che gli alcolici aiutino a superare il raffreddore. Anzi, in teoria l’alcol è nemico del sistema immunitario, nel senso che chi ne abusa va spesso in contro a un deficit nelle difese naturali dell’organismo. Meglio dunque evitare alcolici e superalcolici.


CONSULTA L’ARCHIVIO DI MALANNI INVERNALI
Torna su