Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Prurito intimo"

Da diversi mesi a fasi alterne soffro di un insistente prurito intimo, precisamente le zone interessate sono vagina, piccole labbra e perineo. Prima delle mestruazioni, il prurito scompare e dopo pochi giorni dalla fine si ripresenta. Non fuoriesce alcun tipo di secrezione, né cattivo odore. Potrebbe essere dovuto dallo stress?

Le cause di prurito a livello ginecologico, peraltro fenomeno piuttosto frequente, possono essere parecchie. Possono essere legate a infezioni vulvo-vaginali, a squilibri della flora vaginale, a situazioni di allergia a saponi, deodoranti, lattice del preservativo o altro ancora; a squilibri ormonali e, certamente, anche allo stress. Nel modo come la situazione viene descritta è possibile che sia correlata con la modifica ciclica della temperatura legata al ciclo ormonale. Alla luce di questo potrebbe trattarsi di una infiammazione da Candida. Data la grande variabilità delle cause è comunque corretto fare una visita ginecologica o dermatologica per una diagnosi precisa, anche attraverso tamponi o altri esami.


Ha risposto Arisi Emilio

Arisi1

Emilio Arisi

Ginecologo

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli studi di Parma, si è specializzato in Ostetricia e Ginecologia nella stessa Università. Dal 1993 al 2010 è stato Direttore della U.O. di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale Regionale “S. Chiara” di Trento dove, dall’inizio del 2002 è stato coordinatore del Dipartimento Materno-Infantile della Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari della Provincia di Trento.

CHIEDI ALL'ESPERTO
Registrati ACCEDI

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al Tuo medico o al Tuo farmacista, oppure direttamente alla Tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su