Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Problemi all'apparato digerente a vent'anni"

Sono un ragazzo di vent'anni e, da circa un anno, ho problemi all'apparato digerente: dal non digerire a dolori addominali, dal non riuscire a defecare (vado in bagno ogni tre giorni in media) a non riuscire nemmeno a emettere flatulenza quando sono particolarmente gonfio. Appunto perché mi "gonfio" facilmente ho ridotto i miei pasti; ciò vuol dire che faccio la maggior parte delle volte (tranne il week-end) un pasto al giorno (cena) abbinato a tre ore di sport (kick-boxe) alla settimana. In più, se spingo la mia pancia sento rumori quali brontolii. E, all'incirca da un mese defeco a palline. A cosa può essere dovuto, a parte la mia alimentazione errata?

Da quello che racconta è molto probabile che lei soffra di intestino irritabile, una forma benigna di disfunzione intestinale molto comune. Consiglio una visita specialistica dal gastroenterologo e una dieta ricca di fibre vegetali e molta acqua. Non saltare mai pasti, specie la prima colazione che deve essere nutriente e ricca (yogurt, frutta fresca, latte magro e caffè o orzo, fette biscottate, marmellata). Alle 11 spuntino di frutta fresca. A pranzo verdura come anipasto e riso o pasta integrale con olio. Alle 17 circa altro spuntino. A cena carne bianca o pesce alla griglia sempre preceduti da verdure cotte. Poco pane e almeno 2 litri di acqua da distribuirsi nella giornata e anche ai pasti. Prima di tutto senta il suo medico che saprà consigliare il gastroenterologo di fiducia.


Ha risposto Mazzocchi Samanta

Samanta mazzocchi

Samanta Mazzocchi

Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva

Laureata in Medicina e Chirurgia nel 2002 presso l’Università degli Studi di Pavia. Ha conseguito nel 2008 il diploma di Specializzazione in "Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva". Dal 2013 è dirigente medico presso l’Azienda Ospedaliere di Piacenza all’Ospedale di Castel San Giovanni e, in qualità di Medico Gastroenterologo, si occupa dell’ambulatorio di gastroenterologia e di endoscopia digestiva.

CHIEDI ALL'ESPERTO
Registrati ACCEDI

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al Tuo medico o al Tuo farmacista, oppure direttamente alla Tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su