Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Pitiriasi lichenoide cronica"

Sono una ragazza di 27 anni. Mi hanno da poco diagnosticato (dopo esame istologico), la pitiriasi lichenoide cronica. Sono seguita da un dermatologo, sto prendendo il cortisonico per via orale, che sto pian piano andando a scalare, e antibiotico (tre alla settimana per un mese). Inoltre sto mettendo della crema al cortisone sulle macchie più grosse. Sono molto preoccupata: ho letto che ci sono persone che non riescono a guarire da questa malattia. Si può guarire definitivamente? Cosa ha provocato questa malattia? Quali sono i modi per curarla? Prendere il sole può aiutare?

Le cause della pitiriasi lichenoide non sono ben conosciute. Si pensa a una reazione anomala del sistema immunitario nei confronti di alcuni germi presenti nel nostro organismo (non so se nel suo caso sono state eseguite ricerche in questo senso). Per questo motivo lo schema terapeutico attuale prevede cortisonici e antibiotici. La forma cronica di questa patologia è la più lieve: direi che ci sono buone probabilità di remissione, ma, allo stato attuale delle conoscenze, non si possono fare previsioni certe riguardo ai tempi.


Ha risposto Garonzi Francesco

Garonzi

Francesco Garonzi

Dermatologo

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1976,presso l’università degli studi di Milano, consegue l'abilitazione all'esercizio della professione medica nel 1977. Consegue la specializzazione in Dermatologia e Venereologia presso l’Università degli Studi di Milano nel 1979.Da allora esercita la professione come specialista dermatologo.

Gentile utente, a causa di adeguamenti tecnici il servizio "Chiedi all'esperto" è momentaneamente sospeso.
Torna su