Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Pillola del giorno dopo, qualche precisazione"

Che differenza c’è tra pillola del giorno dopo e RU486? Come funzionano?

La contraccezione di emergenza, erroneamente definita “pillola del giorno dopo”, si utilizza dopo poche ore da un rapporto presunto fecondante, spesso inteso come rapporto a rischio, e serve per impedire che una gravidanza si instauri. Se, infatti, la contraccezione di emergenza non viene tempestivamente assunta dopo il rapporto incriminato, una gravidanza può essersi già instaurata e tale contraccezione non serve più a nulla. In conclusione si tratta di un contraccettivo, di un farmaco che serve a prevenire la gravidanza. Oggi sono disponibili in Italia due tipi di farmaci atti a questo scopo. Il primo è il levonorgestrel e il secondo è l’ulipristal acetato, che ha il vantaggio di essere più attivo più precocemente del precedente e di poter essere assunto anche un po' più tardivamente (cosiddetta pillola dei 5 giorni), anche se per ambedue vale la norma che prima si assumono più efficaci sono. I due farmaci possono essere acquistati in farmacia con ricetta medica. Diversamente il mifepristone, in sigla RU486, è un farmaco che si utilizza quando una gravidanza è instaurata e confermata con dei test e delle ecografie. Esso può essere somministrato solo in ospedale, all’interno delle procedure della legge 194, per effettuare il cosiddetto “aborto medico”, e viene assunto in logica successione con un secondo farmaco, denominato misoprostolo.


Ha risposto Arisi Emilio

Arisi1

Emilio Arisi

Ginecologo

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli studi di Parma, si è specializzato in Ostetricia e Ginecologia nella stessa Università. Dal 1993 al 2010 è stato Direttore della U.O. di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale Regionale “S. Chiara” di Trento dove, dall’inizio del 2002 è stato coordinatore del Dipartimento Materno-Infantile della Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari della Provincia di Trento.

Gentile utente, a causa di adeguamenti tecnici il servizio "Chiedi all'esperto" è momentaneamente sospeso.
Torna su