Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Pillola del giorno dopo"

Ho 32 anni, nel pomeriggio di ieri ho assunto la pillola del giorno dopo (levonorgestrel) dopo aver avuto un rapporto non protetto, Il problema è questo: ho assunto la pillola 63 ore dopo l'atto sessuale premettendo che ho un ciclo regolare di 28 giorni e che il rapporto a rischio è stato tra il mio 12/13 giorno di ovulazione. Non ho sintomi quali vomito, diarrea, seno rigido, mal di testa e giramenti... quindi mi domandavo se la pillola abbia fatto effetto..

L'utilizzo della contraccezione di emergenza con levonorgestrel non si accompagna obbligatoriamente a disturbi, anzi la sua assunzione passa più spesso silente, a parte la preoccupazione. Se la contraccezione di emergenza è assunta dopo 63 ore da un rapporto presunto fecondante, il rischio di gravidanza è attorno al 4 % (se fosse stata assunta entro dodici ore il rischio era solo dello 0.5 %). Purtroppo il fattore tempo è importante in questi casi. Per questo è più corretto chiamarla contraccezione di emergenza, e non pillola del giorno dopo.


Ha risposto Arisi Emilio

Arisi1

Emilio Arisi

Ginecologo

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli studi di Parma, si è specializzato in Ostetricia e Ginecologia nella stessa Università. Dal 1993 al 2010 è stato Direttore della U.O. di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale Regionale “S. Chiara” di Trento dove, dall’inizio del 2002 è stato coordinatore del Dipartimento Materno-Infantile della Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari della Provincia di Trento.

CHIEDI ALL'ESPERTO
Registrati ACCEDI

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al Tuo medico o al Tuo farmacista, oppure direttamente alla Tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su