Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Perdite vaginali innocue"

Vorrei sapere da cosa si riconosce la perdita vaginale normale dalla leucorrea. A volte mi capita di avere delle perdite strane, cremose, bianco-gialline, senza però alcun sintomo: sono innocue?

In vagina ci sono comunemente perdite più o meno abbondanti, in relazione con il tipo di germi che prevalentemente si sviluppano. Va considerato che la vagina è un ecosistema molto complesso in cui convivono alcune centinaia di tipi di germi, e ogni tipologia è rappresentata da milioni di miliardi di esemplari. Ogni donna ha delle sue caratteristiche e delle sue specificità, che condizionano l'ambiente vaginale (per esempio la funzionalità dell'intestino). Se le perdite vaginali non si accompagnano ad alcun disturbo (prurito, bruciore, disturbi ai rapporti, necessita di cambiare spesso gli indumenti intimi per eccessiva quantità delle perdite) non è necessario alcun provvedimento.


Ha risposto Arisi Emilio

Arisi1

Emilio Arisi

Ginecologo

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli studi di Parma, si è specializzato in Ostetricia e Ginecologia nella stessa Università. Dal 1993 al 2010 è stato Direttore della U.O. di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale Regionale “S. Chiara” di Trento dove, dall’inizio del 2002 è stato coordinatore del Dipartimento Materno-Infantile della Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari della Provincia di Trento.

Gentile utente, a causa di adeguamenti tecnici il servizio "Chiedi all'esperto" è momentaneamente sospeso.
Torna su