Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Pelle grassa a 20 anni"

Sono una ragazza di 20 anni e ho un problema al viso. Ho la pelle molto grassa e di conseguenza ho molti punti neri e qualche brufolo. Può aiutarmi?

Secondo le moderne teorie della dermobiotica, l’acne e la seborrea (eccessiva produzione di sebo che rende la pelle e i capelli “grassi”) è fortemente legata alla sindrome metabolica e alla resistenza insulinica. Pertanto, penso che sia assolutamente necessario partire sempre da una corretta educazione alimentare che preveda, come primi passi indispensabili, il controllo del peso e la riduzione di tutti gli zuccheri aggiunti (soprattutto l’eliminazione di tutte le bevande zuccherate), del consumo di latte e latticini (e di proteine del siero del latte, molto usate come integratori nelle palestre) e dei grassi trans o processati industrialmente a favore dei grassi sani e crudi, come l’olio extravergine di oliva, il pesce, i semi e la frutta secca.


Ha risposto Pignatti Marco

Nuovo dermatologo 2

Marco Pignatti

Dermatologo

Laureato in Medicina nel 1995. Specializzato in Dermatologia nel 2000. Ho svolto attività di ricerca su: biologia dei cheratinociti, network delle neurotrofine, apoptosi, cellule staminali, effetti delle radiazioni UV, psoriasi, tumori della pelle, neurobiologia cutanea e la neurocosmetologia. Responsabile del primo Ambulatorio di Dermobiotica in una struttura pubblica dal gennaio 2017. Presidente Congresso Italiano di Dermobiotica. Autore del libro “Dermobiotica. Alimentazione – Microbiota – Pelle (Minerva Medica, 2018).

Torna su