Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Mutazioni del gene MTHFR e aborto"

Ho 29 anni. In seguito a un aborto ho fatto varie analisi e all'analisi genetica sono risultate mutazioni del gene MTHFR: ct eterozigote e ca eterozigote. Cosa puo comportare? Posso avere problemi con le successive gravidanze?

Il rapporto tra queste alterazioni e la probabilità di aborto spontaneo non è tuttora chiaramente stabilito, anche se alcuni dati confermano una più alta probabilità. Più spesso le alterazioni del gene MTHFR (gene che codifica per l'enzima metilentetraidrofolatoreduttasi), che sono peraltro molto frequenti, determinano innalzamento della omocisteina, che si controbatte con l’assunzione di acido folico-levofolene. Se l’aborto spontaneo diventa ripetuto (3 o più aborti spontanei) sono necessari approfondimenti genetici ulteriori.


Ha risposto Arisi Emilio

Arisi1

Emilio Arisi

Ginecologo

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli studi di Parma, si è specializzato in Ostetricia e Ginecologia nella stessa Università. Dal 1993 al 2010 è stato Direttore della U.O. di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale Regionale “S. Chiara” di Trento dove, dall’inizio del 2002 è stato coordinatore del Dipartimento Materno-Infantile della Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari della Provincia di Trento.

Gentile utente, a causa di adeguamenti tecnici il servizio "Chiedi all'esperto" è momentaneamente sospeso.
Torna su