Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Insonnia dopo sospensione della pillola"

Sono una ragazza di 31 anni. Da qualche mese, dopo aver interrotto la pillola, ho iniziato a soffrir di insonnia e la neurologa mi ha dato un ipnotico. Nonostante quello mi capita comunque di svegliarmi dopo qualche ora, senza tachicardia o altro. Ho però notato, in seguiro a un holter eseguito per probabile tachicardia parossistica sopraventricolare, che le mie pulsazioni di notte si aggirano sui 65-80 bmp non scendendo mai sotto i 60bpm. Volevo chiedere se questa frequenza notturna potrebbe essere lei la causa della mia insonnia e se anche l'interruzione della pillola potrebbe avere influito.

L'insonnia potrebbe in effetti essere da imputare alla pillola; va bene l'ipnotico, senza però cronicizzare la sua assunzione nel tempo. La tachicardia parossistica è stata poi diagnosticata? Per la frequenza notturna, comunque nella norma, io controllerei la funzionalità tiroidea.


Ha risposto Panciroli Claudio

Panciroli

Claudio Panciroli

Cardiologo

Dal 1985 esercita la professione presso l’Azienda Ospedaliera della Provincia di Lodi, in USS Interdipartimentale di Emodinamica di cui è responsabile e in USC di Cardiologia e, privatamente, in ambulatorio.

Gentile utente, a causa di adeguamenti tecnici il servizio "Chiedi all'esperto" è momentaneamente sospeso.
Torna su