RISPOSTA DELL'ESPERTO

"I danni di un dimagrimento troppo elevato"

Sono una ragazza di vent'anni. Sono sottopeso da qualche anno per via di una dieta, ma ultimamente sono dimagrita ancora di più (1,60 m per 38 kg) e avverto un dolore in corrispondenza dell'osso sacro quando sono stesa o mi appoggio, in quanto sporgente. Volevo sapere se rischio l'osteoporosi o danni alle ossa e di quale genere. Faccio molta attività fisica (tapis roulant) ogni giorno.

Per effettuare attività fisica l'apparato muscolo scheletrico ha bisogno di "carburante". Se l'apporto calorico assunto è insufficiente rispetto a quanto rischiesto il corpo comincia a dimagrire bruciando i grassi e poi, quando questi sono terminati, comincia a consumare ciò che rimane: massa muscolare, nervi, ossa. È chiaro che ci troviamo di fronte a un deperimento non più a un dimagrimento. Se posso darle un consiglio si faccia visitare da un bravo nutrizionista che le permetterà di assumere giuste quantità di calorie assolutamente necessarie, non solo per fare sport, ma anche per mantenere sano tutto il corpo.


Ha risposto Boccalandro Elena

Boccalandro

Elena Boccalandro

Terapista della Riabilitazione, Dottore in Osteopatia

Diplomata in Terapia della Riabilitazione nell’anno 1993/94 e Dottore in Osteopatia dal 1999, è regolarmente iscritta al Registro Osteopati Italiani. Dal 1994 lavora in qualità di libera professionista.

CHIEDI ALL'ESPERTO
Registrati ACCEDI

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al Tuo medico o al Tuo farmacista, oppure direttamente alla Tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su