Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Herpes labiale ricorrente, un aiuto fitoterapico"

Ho 20 anni e da circa un anno soffro di Herpes ricorrenti al contorno bocca. Non ne ho mai sofferto prima, ma dopo averlo contratto l'inverno scorso ricompare regolarmente a intervalli di poche settimane con numerose vesciche molto piccole distanti tra loro, rossore, gonfiore e prurito intorno a tutta la bocca. Ho provato a prevenirlo mangiando molta frutta e verdura, riducendo l'esposizione al sole e al vento, ma niente da fare. Ho provato a curarlo con antivirale topico, ma con scarsi risultati; l'unico rimedio che sembra “funzionare” è l'applicazione di gel di aloe vera direttamente dalle foglie. C'è altro che si possa fare?

Per cercare di debellare l'Herpes un rimedio spesso efficace è la propoli. Le consiglio di prendere le capsule di estratto secco di propoli titolata in galangina al 12%, alla dose di 150-200 mg di estratto per capsula. La dose corretta è di 1 capsula 3 volte al giorno (ogni circa 8 ore a stomaco vuoto), continuando la cura per almeno 1 mese. Inoltre dovrebbe spruzzare nella zona labiale interessata uno spray alla propoli di ottima qualità titolato in galangina minimo 12 mg/ml con una percentuale di alcol etilico di circa il 35-45%. Lo spruzzi bene massaggiando poi leggermente per favorirne l'assorbimento tre volte al giorno. Anche in questo caso sarebbe bene continuare la cura per almeno 1 mese.


Ha risposto Sannia Antonello

Sannia1

Antonello Sannia

Endocrinologo, docente di Fitoterapia

È docente al corso di perfezionamento in fitoterapia presso le Università di Siena e di Pavia, è membro della SIFIT (Società Italiana di Fitoterapia) e svolge la sua attività libero professionale in alcuni Centri Medici Specialistici in Piemonte.

CHIEDI ALL'ESPERTO
Registrati ACCEDI

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al Tuo medico o al Tuo farmacista, oppure direttamente alla Tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su